Davis Cup, il sogno finisce qui: il Canada batte l’Italia 2-1 e va in finale

Italia-Canada si decide al match di doppio e le sorprese non mancano: Aliassime sostituisce Shapovalov e questa scelta era preventivabile mentre la scelta di Berrettini al posto di Bolelli sorprende e non poco (rumors dicono che il bolognese abbia avuto problemi al polpaccio).

Dei 4, quello più centrato in questo inizio, sembra di gran lunga Fognini. Berrettini sembra molto indietro di condizione, Pospisil idem e Aliassime sembra un pesce fuor d’acqua nella specialità.
Nel terzo game, con Pospisil al servizio, arriva il primo break del match: due doppi falli del canadese, al quale entrano pochissime prime e qualche risposta nei piedi del duo italiano fruttano il primo allungo dei nostri ragazzi.
Purtroppo il vantaggio non dura a lungo: nel sesto game, Berrettini perde il servizio in un game dove serve male e perde due scambi da fondo.
Non ci sono più chance per chi risponde e si arrivi dritti al tie break dove purtroppo non c’è storia: i canadesi servono benissimo, i nostri meno e dopo un’ora di match i canadesi chiudono il tie break per 7 punti a 2.
Si attende la reazione dei nostri ragazzi, che arriva puntuale: nel secondo game, arriva il break, di nuovo nel game di servizio di Pospisil con Aliassime che sbaglia una volèe abbastanza facile sulla palla break.
Purtroppo il break non viene confermato, stavolta è Fognini a servire male (anche un doppio fallo nel game) con Berrettini che sbaglia una volèe non impossibile sulla palla break: tutto da rifare.
Nel nono game i nostri sono vicini al baratro, si ritrovano sotto 0-30 ma per fortuna Berrettini riesce a risalire dalle sabbie mobili grazie a 3 grandi prime di servizio.
Purtroppo nell’undicesimo game ci si ritrova di nuovo sotto, stavolta 0-40, complici due errori da fondo di Fabio e uno davvero brutto di Berrettini a rete: annullate le prime due, arriva il break per i nordamericani con Matteo che lascia una palla a rete pensando sia lunga, ma che atterra negli ultimi centimetri di campo.
Aliassime serve per il match e per portare la sua nazionale in finale: Fognini stampa due risposte vincenti clamorose, Felix sbaglia una volèe per nulla complicata e siamo 15-40.
Aliassime non trema, tira due ace al centro e le annulla: risposta di Fognini fuori di qualche centimetro e poi ennesimo errore di Berrettini da fondo.
7-6 7-5, Canada in finale e alla fine Aliassime, quello meno forte nella specialità, ha fatto la differenza col servizio e con le sue risposte.
Domani finale tra i nordamericani e l’Australia con i primi favoriti.
Peccato perché senza le troppe assenze di questa settimana (alla quale si è aggiunta quello di Bolelli) forse l’esito poteva essere diverso.