Federer spiega il suo ritiro, la sua ultima partita con (e non contro) Nadal

Dopo aver annunciato il suo ritiro, Roger Federer si prepara per la sua ultima sfida ufficiale nel circuito ATP a Londra alla Laver Cup, lasciando però ancora spazio a qualche spiegazione sulla sua scelta di appendere la racchetta al chiodo.

“La decisione è arrivata all’inizio dell’estate, quando il ginocchio continuava a darmi problemi. Mi sarebbe piaciuto poter tornare a Wimbledon l’anno prossimo, ci credevo veramente, ma poi nelle settimane successive ho fatto ancora degli esami che non mostravano alcun progresso ed è stato li che ho deciso di dire basta”, ha dichiarato l’otto volte campione del torneo londinese, che prima di prendere la sua scelta definitiva ha ammesso di averci pensato a lungo.

“Durante le vacanze ho pensato tanto a come avrei potuto comunicare il mio ritiro – ha continuato il 41enne – A McEnroe ho detto che avrei potuto fare come lui, non dire niente, ma non mi sembrava giusto nei confronti dei miei fan”. Il basilese si sta ora interrogando su quale potrebbe essere il suo futuro nel tennis: “Se guardo agli ultimi anni lontani dalle competizioni ho comunque fatto molte cose con la mia famiglia e i miei sponsor, non voglio allontanarmi completamente dallo sport che mi ha dato tutto. Ho sempre detto a mia moglie Mirka che sarei stato più disponibile per loro alla fine della mia carriera ed è quello che farò, ma dopo il doppio di venerdì sera”.