WTA Eastbourne: Ostapenko travolge Giorgi, la lettone in finale affronterà Kvitova

Finisce in semifinale la corsa di Camila Giorgi nel WTA 500 di Eastbourne.

La marchigiana, come nel 2021, si è fermata a un solo passo dalla semifinale. Nella scorsa edizione si ritirò indietro 4-5 contro Anett Kontaveit, oggi invece si è arresa alla campionessa in carica Aljona Ostapenko.

La lettone, che prima di questa settimana non vinceva due partite di fila da febbraio nel vero momento d’oro del suo 2022 fin qui, si è imposta per 6-2 6-2. A numeri non è stata nemmeno una brutta prova, perché i doppi falli oggi son stati zero e sono piovuti cinque ace, ma la seconda metà del primo set e l’inizio del secondo hanno spaccato ogni genere di equilibrio.

Ostapenko, che in passato ha vinto l’edizione juniores di Wimbledon (2014) sta dimostrando questa settimana quanto il gioco su erba possa sposarsi bene con il suo stile. Soprattutto, ai picchi importanti di rendimento fa passare scarsi momenti di black out. La stessa giocatrice che a febbraio raggiungeva la semifinale a San Pietroburgo, vinceva a Dubai e si portava fino alla semifinale a Doha, nel primo WTA 1000 della stagione.

Domani affronterà Petra Kvitova per provare il bis, dopo il trionfo di 12 mesi fa. La ceca ha fermato a 12 la serie positiva di risultati di Beatriz Haddad Maia, che dopo due titoli WTA consecutivi si è arresa soltanto 7-6(5) 6-4 a una delle migliori versioni di Petra da molti mesi a questa parte. I precedenti tra lei e Aljona dicono: 4-4. Ostapenko ha vinto l’ultimo, a Dubai, salvando match point nel tie-break decisivo chiusosi 10-8. Ostapenko che ha anche vinto l’unico precedente su erba tra le due, nel 2016 a Birmingham.