WTA Roma: fuori le ultime due azzurre Paolini e Bronzetti. Raducanu si ritira, Andreescu avanza

Siamo al martedì e il torneo WTA 1000 di Roma ha visto già uscire tutte le tenniste azzurre in tabellone.

Dopo le sconfitte di ieri di Martina Trevisan, Elisabetta Cocciaretto e il ritiro di Camila Giorgi, oggi si aggiungono i ko di Jasmine Paolini e Lucia Bronzetti.

La toscana ha aperto il programma sul campo centrale e purtroppo per lei il risultato è stato pesante, raccogliendo solo cinque game contro Jil Teichmann. Il match si presentava molto difficile perché aveva di fronte una che mastica molto bene la terra battuta e viene dalla semifinale di Madrid, ma non aveva ancora vinto una partita in carriera al Foro Italico e quel tabù è stato rotto oggi: 6-3 6-2 per l’elvetica, che al secondo turno affronterà Karolina Pliskova.

La romagnola invece aveva una partita dura, perché Camila Osorio è un’altra che sul rosso si può trovare molto bene e rende con grande facilità ogni partita una battaglia con grande spirito sudamericano. Se la sono giocata a viso aperto, mettendo insieme un primo set veramente in bilico fino agli ultimi punti del tie-break. A pesare, in quel 7-4 per la colombiana, è stato probabilmente lo smash mancato dalla riminese sul 2-2 che ha dato un minibreak di vantaggio all’avversaria e il recupero di smorzata, dopo uno scambio molto lungo, non rigiocato sul 5-4 sempre per l’avversaria che poi sul 6-4 ha chiuso il set con un ottimo rovescio anomalo vincente chiudendo poi il match 7-6(4) 6-3 scattando subito sul 3-0 nel secondo parziale.

Finisce male, invece, il match clou di giornata tra Bianca Andreescu ed Emma Raducanu. La sfida tra le campionesse dello US Open 2019 e 2021 si trovavano contro per la prima volta in carriera e il risultato finale è stato un ritiro della britannica sul 6-2 2-1 per la sua avversaria. La partita che stava giocando Bianca era di grande spessore. Si appoggiava sulla palla di Raducanu con grande facilità per spingere e chiudere i punti (concluderà con 25 vincenti) fin dalla risposta e metteva buona varietà nelle traiettorie. Raducanu invece cercava di resistere ma se da fondo campo sembrava più leggera non c’era nemmeno un grande aiuto al servizio e, dopo aver perso il servizio per il 4-1 e doppio break di ritardo sono tornati gli stessi fastidi alla schiena avvertiti anche a Madrid nel match di ottavi di finale contro Anhelina Kalinina. Emma ha cercato di tener duro anche a inizio secondo parziale ma dopo aver subito il break nel terzo game ha gettato la spugna.

Risultati

[LL] E. G. Ruse b. S. Rogers 3-6 6-1 6-4 (R2 contro [1] I. Swiatek)
C. Osorio b. [WC] L. Bronzetti 7-6(4) 6-3
[PR] B. Andreescu b. [10] E. Raducanu 6-2 2-1 ritiro
[LL] N. Parrizas Diaz b. S. Sorribes Tormo 1-6 3-4 ritiro
[13] J. Pegula b. L. Samsonova 4-6 6-3 6-4
A. Anisimova b. [Q] T. Martincova 6-2 0-6 6-4
S. Cirstea vs [9] O. Jabeur
[LL] M. Brengle b. [Q] M. Kostyuk 6-4 6-3
E. Alexandrova b. S. Stephens 6-1 6-2 (R2 vs [4] M. Sakkari)
J. Teichmann b. J. Paolini 6-3 6-2 (R2 vs [6] Ka. Pliskova)
E. Rybakina b. [Q] E. Avanesyan 6-4 7-6(3)
[Q] L. Davis b. [11] A. Ostapenko 6-2 6-3