WTA Rabat, colpaccio Trevisan: Martina elimina Muguruza. Ai quarti anche Bronzetti

Grande notizia dal WTA 250 di Rabat, in Marocco, dove la nostra Martina Trevisan ha compiuto una piccola impresa eliminando la testa di serie numero 1 e numero 10 del mondo Garbine Muguruza.

La spagnola, che aveva accettato una wild-card all’ultimo momento per cercare di raccogliere qualche risultato dopo le ultime brutte prestazioni e i problemi fisici seguiti al fallimento di Indian Wells, è sembrata ancora lontanissima da una buona condizione.

Trevisan è stata molto brava, da parte sua, a continuare a crederci anche quando era indietro 2-6 1-3, cominciando a crescere a livello tattico e migliorando il proprio dritto e puntando spesso nello scambio contro il rovescio della spagnola per aprire spazio sulla destra della ex numero 1 del mondo.

Gli spostamenti di Garbine, soprattutto, non sono mai apparsi incisivi. Vari particolari che malgrado l’ampio vantaggio fino a metà del secondo set non davano mai la sensazione che potesse avere le mani sulla partita. L’azzurra, così, ha continuato nella sua azione crescendo un po’ nel rendimento generale è rientrata sul 3-3 e punto dopo punto raccoglieva sempre più fiducia mentre la sua avversaria cominciava a naufragare in errori e frustrazione. Emblematico, nella giornata di Muguruza, l’ultimo game del secondo set: abbastanza comodamente avanti 30-0, l’arbitro ha corretto una chiamata del giudice di linea che le avrebbe dato il 40-0 e ha fatto ripetere il punto dove Trevisan le ha “chiamato” un errore col rovescio per il 30-15 e da lì, con altri tre punti, l’azzurra ha chiuso il parziale.

A quel punto il match era sì in parità nel punteggio ma terribilmente sbilanciato nell’inerzia a favore di Martina, che ha cominciato benissimo il set decisivo portandosi addirittura sul 5-0 senza trovare opposizione da un’avversaria che di testa aveva già mollato dal punto del 3-0. Muguruza ha evitato il 6-0 subito, ma il match si è comunque concluso 2-6 6-4 6-1 per la sua avversaria.

Trevisan torna così ai quarti di finale nel circuito maggiore. Non avveniva addirittura dal Roland Garros 2020. Contro di lei Arantxa Rus, numero 7 del seeding, che ha sconfitto 6-4 6-2 Dalma Galfi. In tutto però le azzurre tra le migliori otto sono ben due perché c’è anche Lucia Bronzetti. La giocatrice di Verucchio si è imposta nell’ultimo match di giornata per 6-3 6-2 contro Clara Burel e, nella metà alta del tabellone come Trevisan, affronterà ora la numero 3 del seeding Nuria Parrizas Diaz che ha sconfitto 3-6 6-4 6-0 Kristina Mladenovic.