WTA San Pietroburgo: Giorgi subito fuori, Bencic si salva al fotofinish contro Kudermetova

Nella prima giornata del WTA 500 di San Pietroburgo è subito uscita di scena l’unica italiana in tabellone.

Camila Giorgi, numero 30 del ranking mondiale, è stata sconfitta 6-2 1-6 6-2 contro Ekaterina Alexandrova. Un match troppo altalenante per entrambe, giocato non benissimo e con pochissime fiammate soprattutto dell’azzurra.

Un peccato, a livello generale, perché questi sono i tornei che più le si addicono. Il veloce indoor è un terreno a lei abbastanza caro per esaltare la qualità e la rapidità del suo gioco, ma la prestazione oggi non è mai stata di buon livello contro un’avversaria molto simile e contro cui giocò anche una finale nel circuito maggiore, quella vinta nel 2018 a Linz. Erano entrambe due mine vaganti e alla fine la russa ha passato il turno per affrontare ora la vincente tra Maria Sakkari, numero 1 del seeding, e Anastasia Potapova.

Tutte le partite di giornata si sono concluse in tre set. Oltre a quello tra Giorgi e Alexandrova, Elise Mertens ha superato 3-6 6-2 6-4 Alizé Cornet mentre Anett Kontaveit ha resistito al rientro di Jil Teichmann vincendo 6-3 1-6 6-3. L’ultimo incontro ha visto invece Belinda Bencic emergere dalla solita, immancabile, maratona contro Veronika Kudermetova. È ormai una tradizione nei loro match, con il punteggio prima di oggi che vedeva la svizzera e la russa ferme su 3 vittorie a testa e l’elvetica che veniva da due successi: 4-6 6-4 7-6 a Doha nel 2020 e 6-4 5-7 6-4 a Dubai nel 2021. Quattro delle sei sfide precedenti erano finite al set decisivo, oggi è arrivata la quinta: 6-2 4-6 7-6(5) per la numero 5 del seeding, rientrata nel set decisivo da 0-3 e brava a resistere dal 5-1 in suo favore nel tie-break decisivo.