WTA Roma: Pliskova, terza finale consecutiva al Foro Italico. Finisce la corsa di Martic

photo credit: @Jimmie48/WTA

[9] Ka. Pliskova b. P. Martic 6-1 3-6 6-2

Karolina Pliskova già adesso potrebbe dire di aver fatto un bel colpo nella sua campagna al Foro Italico perché per il terzo anno consecutivo giocherà per il titolo e stavolta ci è arrivata non venendo mai realmente considerata come possibile favorita. Il suo periodo in questo 2021 è stato abbastanza negativo, con pochi risultati e scarsa fiducia, e anche qui nel WTA 1000 di Roma non è stato tutto perfetto con qualche vittoria raccolta più per un qualcosa in più che il suo tennis può avere rispetto magari a una partita di livello superiore. Poi però ieri si è salvata quando è stata tre volte a un passo dal baratro contro Aljona Ostapenko e, guarda caso, oggi ha superato una generosa Petra Martic forse con la miglior prestazione stagionale.

Qualche passaggio a vuoto, qualche momento di calo, ma dopo un primo set praticamente perfetto è riuscita a imporsi nel braccio di ferro soprattutto psicologico che c’è stato all’inizio del parziale decisivo per imporsi 6-1 3-6 6-2. E fin dall’inizio, oggi, sembrava una ceca con un gran piglio. Forse dopo qualche tempo ha cominciato a sentire questo posto come un piccolo angolo sicuro, malgrado le difficoltà classiche che può trovare sul rosso. Fin dal body language sembrava girare tutto nella giusta direzione e le sue accelerazioni erano molto efficaci tanto quanto una prima di servizio quasi sempre presente e con cui ha perso due punti in tutto il primo set. E pure il calo che c’è stato nel secondo non era tanto derivato da un brutto passaggio a vuoto quando da una crescita costante nel rendimento di Martic, che dopo aver stentato tanto nel primo set ha trovato più scioltezza nei colpi nel secondo parziale. Copriva meglio il campo, si adattava meglio alla potenza della ceca e sfruttava più variazioni e cambi di ritmo per salire di livello e cominciando veramente a spostare l’avversaria.

Dopo aver già annusato il break sul 2-2, la croata ha fatto lo scatto decisivo sul 3-3 e con un parziale di 3-0 ha rinviato tutto al set decisivo. Tutto si è poi decisivo nelle prime fasi, quando Martic perdeva un brutto game all’inizio ma riusciva a risalire sul 2-2, e lì purtroppo il braccio le ha di nuovo tremato con due dritti volati via e un nuovo break in favore della numero 9 del seeding. Pliskova, dal 3-2 e servizio, ha ritrovato il suo tennis migliore concretizzando subito la chance di 4-2 e 5-2 e servizio per un comodo finale di partita. Domani avrà di fronte una teenager: o Iga Swiatek o Cori Gauff.