Ranking ATP/WTA: Berrettini nono. Medvedev n. 2, Sabalenka punta il podio

Il romano, finalista nel Master 1000 di Madrid, scavalca Schwartzman ed entra nei top ten anche nella Race. Il russo effettua il controsorpasso ai danni di Nadal. La bielorussa, impostasi in Spagna, guadagna tre posizioni ed è quarta

Matteo Berrettini

La fantastica settimana di Matteo Berrettini a Madrid non si è conclusa nella maniera sperata, ma ha forti riflessi positivi anche sul ranking ATP. Il romano, finalista nel Master 1000 spagnolo (dove ha ceduto in tre set a Sascha Zverev), scavalca al nono posto l’argentino Diego Schwartzman, avvicinando il proprio career high, l’ottava piazza raggiunta nel novembre 2019.

Inoltre Berrettini irrompe fra i top ten anche nella Race 2021, dove guadagna quattro posizioni, divenendo ottavo, giusto davanti all’altro azzurro Jannik Sinner.

Nella classifica solitamente su base dodici mesi, tornano a essere dieci gli italiani fra i primi cento. Vi rientra dopo una settimana di assenza Marco Cecchinato (100; + 4), grazie alle qualificazioni superate a Madrid.

Dietro a Berrettini troviamo, tutti stabili, Jannik Sinner (diciottesimo), Fabio Fognini (ventottesimo) e Lorenzo Sonego (trentatreesimo). Seguono Stefano Travaglia (69; – 1), Salvatore Caruso (81; – 1), Lorenzo Musetti (82; + 1, career high), Gianluca Mager (90; 0) e Andreas Seppi (97; + 1).

Entro la duecentesima posizione abbiamo Federico Gaio (137; – 1), Alessandro Giannessi (161; – 2), Thomas Fabbiano (164; + 1), Paolo Lorenzi (167; – 4), Lorenzo Giustino (174; + 1) e Roberto Marcora (192; 0).

L’eliminazione nei quarti a Madrid costa a Rafa Nadal la seconda posizione, di cui dopo due settimane si riappropria Daniil Medvedev, pur uscito negli ottavi. Al maiorchino è “scaduta” infatti la semifinale raggiunta nel medesimo evento due anni or sono.

Fa il suo debutto fra i top twenty il norvegese Casper Ruud (16; + 6), spintosi al penultimo atto. In ascesa anche Cristian Garin (22; + 3), John Isner (34; + 5) e Alexander Bublik (40; + 4, career high), fermatisi un turno prima. Perdono terreno Hubert Hurkacz (19; – 3) e Stan Wawrinka (25; – 4).

Il secondo round permette a Dominik Koepfer (50; + 3) di fare breccia per la prima volta tra i cinquanta. Più giù, spiccano i balzi compiuti da Alexei Popyrin (61; + 15) e Federico Delbonis (64; + 13), entrambi approdati agli ottavi dalle qualificazioni.

Da notare che, a causa del lieve calo di Taylor Fritz (31; – 1), per la prima volta dall’istituzione del ranking computerizzato gli Stati Uniti non contano neanche un rappresentante fra i trenta migliori.

Il ranking WTA è sempre più dominato da Ashleigh Barty. Con la finale di Madrid l’australiana supera quota diecimila punti (10090, per la precisione): il suo vantaggio su Naomi Osaka, la più immediata inseguitrice, sale a 2440 lunghezze.

In Spagna, però, la numero uno non è riuscita a conquistare il titolo, andato a un’Aryna Sabalenka in grande spolvero. La bielorussa guadagna ben tre posizioni e diviene di colpo quarta, mettendosi alle spalle Sofia Kenin, Elina Svitolina e Bianca Andreescu. Ora può mettere il podio nel mirino: il terzo gradino, occupato da Simona Halep, dista “solo” 325 punti (6520 contro 7195).

Rientra fra le top ten Petra Kvitova (decima; + 2), che prende il posto di Kiki Bertens, cui dopo due anni è uscito dal conteggio il successo di Madrid 2019: l’olandese precipita dalla decima alla diciassettesima posizione (- 7).

In forte ascesa le semifinaliste Anastasia Pavlyuchenkova (30; + 11) e Paula Badosa (42; + 20): per quest’ultima si tratta del nuovo primato personale. Bene anche Viktorija Golubic (72; + 12), impostasi nella prova WTA 125 di Saint Malo. Netto calo, al contrario, per Jil Teichmann (54; – 14), Sloane Stephens (65; – 14).

Risalgono a tre le italiane fra le prime cento. Tra Camila Giorgi (83; – 2) e Martina Trevisan (97; – 3) si inserisce infatti Jasmine Paolini (93; + 10), finalista a Saint Malo: la toscana eguaglia così il career high stabilito nel marzo dell’anno scorso. Seguono Elisabetta Cocciaretto (111; + 1), Sara Errani (112; + 1) e Giulia Gatto Monticone (170; 0).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev (+ 1), 3 Rafael Nadal (- 1), 4 Dominic Thiem, 5 Stefanos Tsitsipas, 6 Alexander Zverev, 7 Andrey Rublev, 8 Roger Federer, 9 Matteo Berrettini (+ 1), 10 Diego Schwartzman (- 1).

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Naomi Osaka, 3 Simona Halep, 4 Aryna Sabalenka (+ 3), 5 Sofia Kenin (- 1), 6 Elina Svitolina (- 1), 7 Bianca Andreescu (- 1), 8 Serena Williams, 9 Karolina Pliskova, 10 Petra Kvitova (+ 2).