WTA Charleston: Tauson continua a crescere, fuori Tomljanovic. Ai quarti anche Rogers

Diciannove anni da fare a dicembre e, finalmente, l’approdo in top-100 avvenuto circa un mese fa, dopo il primo trionfo WTA a Lione, partendo addirittura dalle qualificazioni.

Il 2021 di Clara Tauson continua coi primi risultati sulla terra battuta e dopo aver steccato sul rosso di Bogotá, ammettendo anche di aver fatto carichi di lavoro particolari per essere in forma più avanti, eccola arrivare ai quarti di finale sul “verde” di Charleston.

In South Carolina la danese è partita abbastanza bene tanto da non far notare un fastidio al ginocchio dovuto a un brutto movimento nel primo turno contro Liudmila Samsonova. Vinse quel match 6-3 6-3 senza particolari affanni, ma è rimasta in bilico fino al mattino di mercoledì per vedere come era andato il trattamento effettuato in questi giorni. Le notizie non erano eccezionali: il ginocchio era ancora gonfio, ma non c’erano di fatto le condizioni per arrivare a un forfait, scelta ultima e irrevocabile.

Così il match contro Ajla Tomljanovic, numero 6 del seeding, c’è stato ed è stato un sostanziale dominio. 6-1 6-4 il punteggio finale, con un ottimo rientro da 1-4 nel secondo parziale. Al di là della qualità dei colpi che in una sfida tatticamente abbastanza simile ha fatto tutta la differenza nelle fasi chiave dei due set, anche la tranquillità mostrata ogni volta che si trovava di fronte a una scena pericolante. Delle 10 palle break concesse è stata trafitta solo in una circostanza quando a inizio del secondo set il rendimento generale era un po’ calato. Il ginocchio stava forse facendosi sentire, ogni tanto dopo scambi lunghi si piegava e aveva qualche smorfia, ma in generale si è molto ben comportata anche perché sembrava le bastasse abbastanza poco per prevalere: lei composta e che oltre al colpo potente cercava tanto gli angoli o soluzioni dove toglieva forza ritmo, di là invece Tomljanovic oggi funzionava soprattutto in un unico modo, col problema un po’ atavico di irrigidirsi nei momenti delicati e quindi di aumentare la probabilità di errori.

Ajla ha giocato un secondo set molto generoso, è rimasta sempre molto vicina all’avversaria negli scambi anche quando era in difficoltà e sul 4-1 ha avuto anche sfortuna in un parziale di game persi molto combattuti come sul 5-4 e servizio Tauson dove è andata 15-40 ma se sulla prima la danese ha messo una buona prima esterna, sulla seconda ha sentito troppa fretta e ha voluto cercare molta profondità da fuori dal campo mettendo la palla lunga, errore abbastanza simile a quello sul 40-40. Ha salvato un primo match point, ha avuto una nuova palla break ma Tauson ha colpito il settimo ace della sua partita. Alla fine, un nuovo errore in lunghezza sul 40-40 e poi sul match point hanno chiuso la pratica. Tauson ai quarti avrà la vincente del match tra Maria Camila Osorio Serrano e Christina McHale.

Tra gli altri risultati, molto bene Shelby Rogers che sogna sempre di potersi imporre nel torneo di casa, lei che è nata e cresciuta proprio a Charleston. Dopo aver fatto sudare la numero 1 del mondo Ashleigh Barty la scorsa settimana, ora ecco un quarto di finale con il comodo 6-2 6-2 contro Claire Liu. Ai quarti di finale avrà Danka Kovinic, che in precedenza aveva superato 6-1 1-6 6-3 Lauren Davis.

Risultati

N. Hibino b. F. di Lorenzo 6-4 6-3
[3] S. Rogers b. C. Liu 6-2 6-2
D. Kovinic b. [7] L. Davis 6-1 1-6 6-3
C. Tauson b. [6] A. Tomljanovic 6-1 6-4