Modifiche al calendario WTA: dopo lo spostamento del Roland Garros, ‘s-Hertogenbosch è fuori

La WTA ha pubblicato un aggiornamento sul calendario pubblicato a inizio gennaio e che prevedeva la prima parte di stagione fino a Wimbledon.

Con l’inizio della fase sulla terra battuta, e a seguito del cambio di date del Roland Garros, il circuito femminile ha dovuto rivedere qualcosa dei programmi stabiliti.

Le novità negative sono la cancellazione del WTA 250 di Colonia (una iniziale new entry), previsto nella settimana originariamente precedente al Roland Garros, e soprattutto dello storico evento WTA 250 di ‘s-Hertogenbosch (di cui non si disputerà nemmeno l’ATP 250). Dalla Germania hanno fatto sapere che non intendevano organizzare un evento con delle pesanti limitazioni, anche per non finire immediatamente in drastica perdita economica, mentre dall’Olanda hanno parlato di gravi difficoltà.

Soprattutto per ‘s-Hertogenbosch, sebbene non venga specificato, c’è la sensazione che dopo la concomitanza sopraggiunta con la seconda settimana del Roland Garros non ci sia più stat vero motivo per proseguire nell’organizzazione vedendosi già costretti a probabili limitazioni causati dai protocolli e “soffocati” nella visibilità generale dallo Slam. È vero che a febbraio si giocò un WTA 250 nella seconda settima dell’Australian Open, ma quell’evento fu fortemente voluto e finanziato da Tennis Australia che voleva dare opportunità alle giocatrici già eliminate di poter continuare a giocare (e di fatti, caso più unico che raro, l’evento fu disputato nello stesso impianto dello Slam). Qui invece le entità sono separate e difficilmente possono coesistere.

Viene ufficializzata invece l’aggiunta l’aggiunta di un WTA 250 a Belgrado nella settimana dopo Roma, mentre Strasburgo (altro WTA 250) viene spostato al 24 di maggio mantenendolo nella settimana che precede il Roland Garros. A inizio giugno invece il 250 di Nottingham (anche quello originariamente previsto nella settimana appena successiva al Roland Garros) è ora in dubbio e l’annuncio della WTA dice che sono in contatto per vedere se dare la luce verde all’organizzazione.

A luglio, infine, viene confermato quello che doveva essere un passaggio di consegne già previsto per il 2020 tra Bucharest e Budapest per un altro WTA 250 mentre il torneo di Praga che negli ultimi anni veniva disputato sul rosso a inizio maggio (a eccezione del 2020) si svolgerà ora dal 12 luglio sul cemento. Un altro storico evento, il WTA 250 di Washington, passa invece la propria licenza al pari livello polacco di Gdynia.

Infine, sono stati annunciati diversi eventi di categoria WTA 125: a Charleston, a Belgrado, a Chicago, a Bastad, a Karlseruhe, a Saint Malo.

Ecco il riepilogo completo dalla prossima settimana:

19/26 aprile: WTA 500 Stoccarda, WTA 250 Istanbul
27 aprile/9 maggio: WTA 1000 Madrid
3 maggio/9 maggio: WTA 125 Saint Malo
10/16 maggio: WTA 1000 Roma
17/23 maggio: WTA 250 Belgrado
24/29 maggio: WTA 250 Strasburgo
30 maggio/13 giugno: Roland Garros
7/13 giugno: WTA 125 Bol, WTA 250 Nottingham (da confermare)
14/20 giugno: WTA 500 Berlino, WTA 250 Birmingham
21/27 giugno: WTA 500 Eastbourne, WTA 250 Bad Homburg
28 giugno/11 luglio: Wimbledon
5/11 luglio: WTA 125 Bastad
12/18 luglio: WTA 250 Budapest, WTA 250 Losanna, WTA 250 Praga
19/25 luglio: WTA 250 Palermo, WTA 250 Gdynia
26 luglio/1 agosto: Olimpiadi, WTA 125 Belgrado, WTA 125 Charleston
2/8 agosto: WTA 500 San José
9/15 agosto: WTA 1000 Montreal
16/23 agosto: WTA 1000 Cincinnati, WTA 125 Chicago
23/29 agosto: WTA 250 Cleveland
30 agosto/12 settembre: US Open
6/12 settembre: WTA 125 Karlsruhe