Francesca Schiavone torna nel circuito WTA: sarà la nuova allenatrice di Petra Martic

A un anno dalla rivelazione del tumore combattuto e sconfitto e dopo aver passato questi mesi a fianco dei ragazzi della Milano Tennis Academy, Francesca Schiavone sembra pronta al rientro nel circuito WTA nelle vesti di coach.

Aveva già fatto un tentativo nel 2019 quando si legò al team di Caroline Wozniacki per la stagione sulla terra battuta, ma dopo il Roland Garros la collaborazione si interruppe. Poi sopraggiunsero i problemi di salute e inevitabilmente la sua vita cambiò.

Ora l’ex numero 4 del mondo sembra intenzionata a rivivere le emozioni del circuito “pro” assieme a vecchi volti che l’hanno accompagnata in una carriera emozionante, e alla scoperta di nuove protagoniste. Pochi giorni fa Petra Martic ha ufficializzato la fine di una collaborazione di un anno e mezzo con il coach Martijn Bok e nella giornata odierna ha cominciato a circolare la voce. In serata i maggiori organi di informazione italiana tra cui Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera hanno dato l’annuncio: la ‘Leonessa’ è la nuova allenatrice della ex top-15 e ora numero 21 del mondo, da qualche mese un po’ in flessione rispetto agli standard pre-covid.

Il binomio è atteso al via per il WTA 250 di Istanbul, che comincerà lunedì prossimo, e sarà subito un banco di prova importante per la croata perché sarà chiamata a difendere il titolo nel 2019 quando batté in finale Marketa Vondrousova. È vero che nel 2020 il titolo andò a Patricia Maria Tig, ma le regole del ranking facevano sì che i risultati di aprile 2019 venissero congelati, dunque Martic affronterà ora il cammino da campionessa in carica in un momento in cui avrà bisogno di una reazione.

Dopo Istanbul la croata è attesa da Madrid, Roma e Parigi. Tutti tornei in cui può far bene perché la terra rossa è un suo habitat da sempre, e allora perché non provarci con a fianco una che conosce ogni segreto della terra battuta tanto da aver fatto due finali (di cui una vinta) al Roland Garros?