ATP Barcellona: Gaio sfrutta il “bye” Paire, Caruso eliminato

Incrociare Benoit Paire in tabellone è ormai come ricevere un bye e stavolta ad approfittarne è l’azzurro Federico Gaio.

Nel primo turno dell’ATP 500 di Barcellona il francese colleziona la sua sesta sconfitta consecutiva all’esordio: in questo scoppiettante 2021 il suo score è di una vittoria (contro Jarry a Cordoba) e 9 sconfitte. Stavolta tocca al 29enne faentino Gaio ottenere il “pass” dal transalpino, con il punteggio di 7-5 6-3 che lo proietta al secondo turno contro la testa di serie numero 3 Andrey Rublev, finalista a Monte Carlo.

Per Gaio, nel main draw da lucky loser, si tratta della terza vittoria in carriera nel circuito ATP, le altre due le aveva ottenute nel 2017 a Quito dove si era spinto fino ai quarti grazie ai successi su Joao Souza e Gerald Melzer prima di essere sconfitto da Victor Estrella Burgos. Non è andata altrettanto bene a Salvatore Caruso: il siciliano si è arreso in soli 58 minuti a Cameron Norrie col punteggio di 6-1 6-2. Domani esordiranno Jannik Sinner e Lorenzo Musetti, rispettivamente contro Egor Gerasimov e Feliciano Lopez.

Negli altri match di oggi vittoria in rimonta per Kei Nishikori su Guido Pella, avanza al secondo turno anche Pierre-Hugues Herbert (7-5 6-0 all’indiano Nagal) mentre Bernabé Zapata Miralles vince la sfida tra qualificati con Andrey Kuznetsov e sarà l’avversario di Fabio Fognini nella giornata di mercoledì. Successo in tre set di Pablo Andujar (ora per lui derby con Roberto Bautista Agut) su Gilles Simon e di Jeremy Chardy su Nikoloz Basilashvili, a Ilya Ivashka il confronto con Tallon Griekspoor, entrambi reduci dalle qualificazioni.