ATP Rotterdam/Buenos Aires: Rublev re dei 500, a Schwartzman il derby albiceleste

Sono Andrey Rublev e Diego Schwartzman i due vincitori dei tornei ATP della settimana: il russo si impone nel 500 di Rotterdam mentre l’argentino trionfa nel torneo di casa di Buenos Aires.

Entrambi, al primo titolo dell’anno, consolidano la propria posizione nella top 10 e Rublev è già pronto a fare le valigie destinazione Doha, dove sarà testa di serie numero 3 nel torneo che segna il ritorno di Roger Federer.

Per vincere il suo ottavo titolo in carriera il russo ha dovuto piegare la resistenza dell’ungherese Marton Fucsovics, battuto 7-6(4) 6-4 in una finale abbastanza combattuta. Come lottati erano stato i due precedenti tra i giocatori, entrambi disputati sulla terra e conclusi con un successo a testa. Rublev si conferma giocatore da “500”: con questo diventano quattro i titoli consecutivi in tale categoria ATP, il trionfo olandese infatti si aggiunge a quelli di Amburgo, San Pietroburgo e Vienna dello scorso anno.

Festeggia anche Schwartzman, che mette fine alla favola dei Cerundolo: Juan Manuel, da qualificato e alla prima presenza assoluta in un torneo ATP, era riuscito ad aggiudicarsi il torneo di Cordoba a soli 19 anni; il fratello Francisco, tre anni più grande, è andato vicino a imitarlo a Baires. Superate le quali, nel main draw ha battuto Coria, Paire, Andujar e Ramos Vinolas prima di racimolare solo tre giochi contro il numero 1 argentino.

La finale-derby si è risolta in poco più di un’ora col punteggio di 6-1 6-2. Si tratta del quarto titolo in carriera per Schwartzman dopo quelli di Istanbul, Rio de Janeiro e Los Cabos. Due anni fa era andato vicino al colpaccio in casa ma fu spazzato via in finale dal nostro Marco Cecchinato, stavolta ha fatto la voce grossa diventando il primo argentino a vincere il torneo della capitale dal 2008, 13 anni dopo David Nalbandian che all’epoca vinse anch’egli un derby in finale battendo al terzo set Josè Acasuso.