ATP Miami: Sinner schianta Ruusuvuori, ora quarti con Bublik

J. Sinner b. E. Ruusuvuori 6-3 6-2

Jannik Sinner è ai quarti di finale del Masters 1000 di Miami. L’altoatesino in Florida supera agevolmente per 6-3 6-2 il finlandese Emili Ruusuvuori, numero 83 della classifica mondiale. Dopo la fantastica battaglia contro il russo Karen Khachanov, Sinner torna in campo e vince senza grande fatica conquistando i quarti di finale sul cemento americano. Una vittoria importante per il giovane azzurro, che è la testa di serie più alta tra quelle rimaste nel suo spicchio di tabellone.

La resistenza del finlandese dura appena un’ora e 10 ma già a metà primo set Sinner ha iniziato a prendere il sopravvento sull’avversario, mostrandosi sempre più superiore col passare dei minuti. Per il giovanissimo azzurro si spalancano le porte del primo quarto di finale in un Masters 1000 e ci sono tutte le premesse per andare ancora più in fondo: il suo prossimo avversario sarà Alexander Bublik, giocatore che ha recentemente affrontato e battuto nel torneo di Dubai. Il kazako, anche lui esordiente nei quarti di un 1000, ha eliminato lo statunitense Fritz col punteggio di 6-7(5) 6-3 6-4.

Curiosamente, il match tra Sinner e Ruusuvuori è iniziato con oltre mezz’ora di ritardo per un incidente tecnico mai visto: nel torneo della Florida i giudici di linea non ci sono e sono sostituiti dall’Hawk-Eye (occhio di falco), l’ormai celebre tecnologia che utilizza i sensori per verificare se la palla finisce dentro il campo o fuori e che sta pian piano rimpiazzando i giudici di linea in tutti i tornei. A Miami per qualche minuto l’occhio si è oscurato e i giocatori sono rientrati negli spogliatoi. Visto il persistere del problema, il match è poi iniziato senza supporto del “Falco” e con l’ausilio dell’occhio umano dei giudici di linea.