ATP Montpellier: Sinner fermato da un infortunio, avanti Sonego

Che fosse una giornata da dimenticare si era capito già nel secondo set quando un Sinner stranamente falloso e nervoso – del resto le cose vanno insieme – ha ceduto quasi di stizza un set a Bedene, dopo che il primo era filato via abbastanza liscio. Probabilmente Sinner aveva capito che le sue condizioni non erano le migliori possibili e quindi aveva qualche remora a pressare colpo su colpo come ormai ci siamo quasi abituati a vedere. Bedene rinfrancato si limitava a svolgere il compitino ma un dottore, anche se giovane, mezzo morto puà fare pur sempre partita con un asino vivace e quindi il terzo set avanzava stancamente verso il tiebreak. Sinner si limitava a colpire con intelligenza, sperando che o passasse il dolore o chissà, magari Bedene regalasse qualcosina. Non è successa nessuna delle due cose, anzi nel tiebreak Sinner non è più riuscito ad andare avanti e sul 2-4 è stato costretto a chiedere l’intervento del fisioterapista. Il gioco si è fermato per circa 5 minuti ma alla ripresa si sono giocati solo i tre punti necessari per chiudere set e partita. Peccato, ma anche meglio così, non vale la pena rischiare chissà cosa per un 250.

Aveva vinto facilmente invece Lorenzo Sonego, contro il promettente Korda, figlio di Petr ma fin troppo statunitense. Sonego non ha dato nessuna possibilità di fare match pari al giovane numero 92 del mondo, concedendogli appena la miseria di cinque game. Al prossimo turno dovrebbe avere Goffin, sarebbe bello se il piemontese riuscisse ad andare fino in fondo in questo torneo abbordabile.

Secondo turno

[6] U. Humbert b. Griekspoor 6-7(4) 7-6(5) 7-6(5)
[7] L. Sonego b. S. Korda 6-3 6-2
[2] D. Goffin b. [WC] B. Bonzi 4-6 6-4 7-5

Primo turno

[Q]G. Barrere b N. Basilashvili 6-4 6-4
A. Bedene b. [5] J. Sinner 3-6 6-2 7-6(3)
A. Davidovich Fokina b. [Q] B. Zapata Miralles 7-6(3) 5-7 6-2