WTA Abu Dhabi: Kenin e Svitolina ai quarti salvando match point, fuori Muguruza. Sabalenka a quota 12

photo credi: @Jimmie48/WTA

Lunga giornata di ottavi di finale ad Abu Dhabi, dove il primo WTA 500 del 2021 è arrivato ad avere le migliori otto con alcune delle big che hanno dovuto tremendamente faticare per guadagnarsi il pass.

Ieri Karolina Pliskova aveva perso una brutta partita contro la numero 292 del mondo Anastasia Gasanova, oggi a rischiare invece sono state Sofia Kenin (numero 1 del seeding, un match point salvato) ed Elina Svitolina (numero 2, due match point salvati).

La statunitense, apparsa ancora imballata e troppo incentrata su un gioco “sicuro” si è di fatto smarrita per lunghi tratti del match contro Yulia Putintseva (numero 13) e nel secondo parziale sembrava sul punto di mollare quando con una buona reazione e alcuni colpi più incisivi l’hanno aiutata a risalire la china e trionfare 3-6 7-6(5) 6-4. La kazaka ha avuto match point servendo sul 6-5 nel secondo parziale, mentre nel terzo set stava per completare la rimonta da 2-5 e doppio break di ritardo fermandosi solo alla palla del 5-5. Kenin ancora oggi sembra lontana dalla miglior condizione, ma soprattutto non riesca in questa settimana ancora a mettere qualche marcia in più e le sarà fondamentale cambiare atteggiamento domani quando avrà di fronte Maria Sakkari. Per la greca ottimo successo ai danni di una spenta Garbine Muguruza. 7-5 6-4 il risultato finale che ha premiato la prestazione di alto livello con 33 vincenti a 5 e in generale una miglior tenuta in tanti momenti della partita, dalle 12 palle break su 13 salvate agli 11 ace messi a segno.

Svitolina invece stava per vanificare il buon primo set quando sul 5-4 nel secondo non ha chiuso malgrado il servizio a disposizione. Lei e Alexandrova sono arrivate al parziale decisivo e la russa ha avuto a sua volta la chance di chiudere servendo sul 5-4, fallendo però non solo lì ma anche nei due match point avuti tra 6-5 e 7-6 (e servizio) nel tie-break decisivo. Non una bella partita, al di là della poca freddezza di entrambe nei momenti chiave, ma un successo che porta l’ucraina ai quarti in una zona di tabellone piuttosto sgombra, rispetto soprattutto alla parte alta. Contro di lei, ora, Veronica Kudermetova che si è imposta 6-4 4-6 6-1 contro Paula Badosa. La Spagna porta comunque una rappresentare ai quarti: Sara Sorribes Tormo. La specialista della terra battuta ha superato Gasanova 7-5 6-3 e domani affronterà Marta Kostyuk, che ha travolto 6-1 6-1 Tamara Zidansek.

Il match più interessante, però, sarà probabilmente quello che vedrà di fronte Aryna Sabalenka ed Elena Rybakina. La bielorussa è arrivata a 12 vittorie consecutive considerando i tornei di Ostrava e Linz di fine 2020 grazie al 6-2 6-4 nei confronti di Ons Jabeur. La kazaka invece ha inflitto un 6-3 6-4 a Daria Kasatkina.

Risultati

[1] S. Kenin b. [13] Y. Putintseva 3-6 7-6(5) 6-4
[9] M. Sakkari b. [5] G. Muguruza 7-5 6-4
[4] A. Sabalenka b. [15] O. Jabeur 6-2 6-4
[6] E. Rybakina b. D. Kasatkina 6-3 6-4
M. Kostyuk b. T. Zidansek 6-1 6-1
S. Sorribes Tormo b. [Q] A. Gasanova 7-5 6-3
V. Kudermetova b. P. Badosa 6-4 4-6 6-1
[2] E. Svitolina b. [17] E. Alexandrova 6-2 6-7(4) 7-6(8)