US Open. Federer sulla strada di Nadal già nei quarti!

Roger Federer e Rafael Nadal, uno di fronte all’altro già in un potenziale quarto di finale. È questo il verdetto più atteso emesso dal sorteggio del tabellone principale maschile agli US Open, avvenuto oggi a partire dalle 12 locali (le 18 in Italia). Il fuoriclasse di Basilea, scivolato al settimo posto del ranking mondiale, era certo di affrontare già prima delle semifinali uno dei quattro migliori e l’urna gli ha riservato proprio il suo storico rivale, appena incrociato, allo stesso livello, nel Master 1000 di Cincinnati.

Da notare che i due, protagonisti di epiche battaglie negli altri Major, non si sono mai affrontati a Flushing Meadows. Il vincente dovrebbe trovare nel penultimo atto David Ferrer o Richard Gasquet (quest’ultimo, però, ha in precedenza Milos Raonic sulla sua strada). Nadal, che debutterà contro la wild card di casa Ryan Harrison, avrebbe negli ottavi John Isner (il suo avversario nel match clou in Ohio, dove si è imposto in due tie-break), mentre Federer (primo turno con lo sloveno Grega Zemlja) dovrebbe vedersela con il giapponese Kei Nishikori. Rafa ha già trionfato a New York nel 2010, Roger per cinque volte di fila tra il 2004 e il 2008.

Non potrà ripetersi il match clou di dodici mesi or sono (nonché dei successivi Australian Open e Wimbledon), perché Novak Djokovic e Andy Murray sono stati sorteggiati nella stessa metà del tabellone. Dunque l’attuale numero uno del mondo e il britannico potrebbero trovarsi contro già in semifinale, qualora superino i rispettivi ostacoli nei quarti, che dovrebbero essere il campione del 2009 Juan Martin Del Potro e il ceco Tomas Berdych (con il quale Murray ha appena perso a Cincy ed è indietro per 6-4 negli head to head). Per Nole primo round con il lituano Ricardas Berankis (e terzo con Grigor Dimitrov), Andy immediatamente con il transalpino Michael Llodra.

Non è andata male a Fabio Fognini, che, in quanto accreditato della 16esima testa di serie, era certo di non incontrare giocatori davanti a lui in classifica fino agli ottavi. È vero che il ligure avrebbe al quarto turno Djokovic, ma in precedenza il suo cammino non appare impossibile: esordio con il modesto statunitense Rajeev Ram, poi uno tra Jurgen Zopp e Marcel Granollers e, al terzo round, presumibilmente il francese Benoit Paire.

Più duro, sulla carta, il compito di Andreas Seppi. L’altoatesino, 20esimo del seeding, esordirà contro il veterano belga Xavier Malisse per trovare successivamente lo slovacco Lukas Lacko o un qualificato e, nei sedicesimi, lo spagnolo Nicolas Almagro, che l’ha già sconfitto al Roland Garros. In un eventuale ottavo lo attenderebbe Murray. Ancor peggio è andata agli altri due azzurri in tabellone: Paolo Lorenzi ha pescato subito Berdych, mentre Filippo Volandri se la vedrà con John Isner. Fra i primi turni più interessanti, Goffin-Dolgopolov, Mahut-Youzhny, Hewitt-Brian Baker, Florian Mayer-Monaco e Wawrinka-Stepanek.

Questi gli ottavi previsti dal seeding:

(1)Novak Djokovic (SRB) vs (16)Fabio Fognini (ITA)
(12)Tommy Haas (GER) vs (6)Juan Martin Del Potro (ARG)
(3)Andy Murray (GBR) vs (15)Nicolas Almagro (SUI)
(9)Stanislas Wawrinka (SUI) vs (5)Tomas Berdych (CZE)

(8)Richard Gasquet (FRA) vs (10)Milos Raonic (CAN)
(14)Jerzy Janowicz (POL) vs (4)David Ferrer (ESP)
(7)Roger Federer (SUI) vs (11)Kei Nishikori (JPN)
(13)John Isner (USA) vs (2)Rafael Nadal (ESP)