Australian Open: Sabalenka ancora dilagante, male Kudermetova e Samsonova

Comincia a delinearsi la situazione nella parta bassa del tabellone femminile dell’Australian Open, più “scarica” di nomi rispetto a quella alta, o almeno senza incroci troppo allettanti fin qui, e che si è snellita dai 64 nomi iniziali.

La favorita numero 1 per la finale, Aryna Sabalenka, ha vissuto fin qui due partite molto agevoli e, dopo il 6-1 6-4 iniziale a Tereza Martincova ha rifilato un 6-3 6-1 a Shelby Rogers. Un match che poteva rappresentare un primo test e che ha risolto senza affanni.

Cosa potrà voler dire? La bielorussa è a sei vittorie consecutive nel 2023, senza mai perdere set. In alcune, ad Adelaide, ha palesato qualche crepa nella tenuta pur riuscendo a metterci una pezza. Qui finora è stato tutto molto buono per lei che adesso ritroverà la buona amica Elise Mertens, con cui ha condiviso diversi titoli in doppio qualche anno fa prima di separarsi per giocare di più in singolare e focalizzarsi lì. La belga si è imposta a sua volta 6-4 6-3 contro Lauren Davis.

Sono diverse invece le teste di serie uscite, la più importante è la numero 9: Veronika Kudermetova. Partita strana, da parte della russa, che veniva da un buon percorso di avvicinamento a questo Slam e aveva una bella porzione di tabellone per spingersi abbastanza in là. Invece, è caduta al secondo turno per mano della qualificata Katie Volynets, numero 119 del mondo, in un 6-4 2-6 6-2 dove ha sbagliato tanto e non è mai riuscita a mettere la testa avanti nel punteggio mentre la californiana cercava più che altro di tenere lo scambio e offrire una palla in più. Il terzo set è stato l’emblema del match: Kudermetova che sbaglia di tutto per portare Volynets sul 3-0 e 40-15 al servizio, ottiene rapidamente e facilmente quattro punti e si riavvicina sul 2-3 ma quattro errori lasciano la statunitense andare velocemente sul 4-2 lì dove un lunghissimo game perso dalla russa con una pessima voleè finale danno di nuovo il doppio break alla qualificata che chiuderà al terzo match point.

Fuori anche la numero 18 Liudmila Samsonova, che dopo il buon esordio contro Jasmine Paolini è crollata contro Donna Vekic racimolando appena tre game (6-3 6-0). Ons Jabeur in questo momento è senza teste di serie prima del quarto di finale, anche se oggi è prevista una dura lotta contro la rientrante Marketa Vondrousova. Ed è eliminata anche l’ex numero 2 del mondo Anett Kontaveit, ora numero 16 del tabellone sconfitta 3-6 6-3 6-4 contro Magda Linette. Bene invece Karolina Pliskova, che sta sfruttando una fase di tabellone senza troppi pericoli per farsi largo e oggi ha rifilato un netto 6-0 7-5 alla comunque sempre insidiosa Yulia Putintseva e attende o Varvara Gracheva o Lucrezia Stefanini.