ATP Anversa: Murray ha ancora voglia, Musetti vince il primo derby, ora c’è Sinner

Ottima davvero la seconda giornata del torneo di Anversa, di particolare interesse per gli italiani per via del derby tra Mager e Musetti. L’ha vinto il più giovane, che è stato sorprendentemente più lucido nei momenti chiave del match. Mager ha infatti avuto la possibilità di servire per il primo set sul 4-5, ma ha subito il secondo break del set ed ha poi giocato un brutto tiebreak, con Musetti che è tornato continuo al servizio. Anche per il secondo set magari MAger potrebbe avere qualche rimpianto, per via del set point giocato ancora sul 5-4, stavolta col servizio di Musetti. Ma in realtà era già stato bravo Gianluca a rimanere in partita, salvandosi da situazioni delicate nei primi tre turni di servizio. Purtroppo per lui Musetti ha di nuovo giocato un buon tiebreak, anche se stavolta ha concesso qualcosa con la battuta, ed il match si è chiuso lì.

Ma ad Anversa oggi sono contenti per via dello straordinario match tra Murray e Tiafoe, vinto dal commovente britannico dopo 3 ore e 45 minuti. Murray ha salvato due match point nel bellissimo tiebreak finale, chiuso da una meravigliosa palla corta dopo che i due non avevano praticamente sbagliato più nulla. Prima Tiafoe aveva sostanzialmente regalato il set d’apertura, visto che per due volte aveva servito per chiuderlo e due volte ha perso il servizio, per poi farsi irretire nel tiebreak. Nel secondo set le cose sono andate un po’ diversamente perché Murray sembrava sul punto di conquistare il break decisivo ma era Tiafoe ad avere il set point sul 6-5. Murray l’annullava col servizio e il secondo tiebreak della serata era stavolta Murray a perderlo, cedendo cinque punti di fila che hanno reso inutili i cinque set point salvati. Nel terzo il più giovane Tiafoe riusciva a mettere il naso avanti ma Murray recuperava immediatamente il break e la logica conclusione faceva giustizia di qualche incertezza di troppo durante il match. L’unico problema è che difficilmente il resto del torneo riuscirà ad essere così interessante, ma non si può mai sapere. E poi agli italiani basterà Sinner-Musetti, cosa pretendere ancora?

Primo turno

L. Musetti b. G. Mager 7-6(2) 7-6(3)
M. Fucsovics b. [Q] D. Novak 7-6(4) 6-2
J.-L. Struff b. A. Ramos 6-3 3-6 6-3
[WC] Z. Bergs vs [7] L. Harris
[Q] J. Brooksby b. [5] R. Opelka 6-4 6-4
A. Davidovic Fokina vs J. Thompson 6-3 6-3
[Q] B. Nakashima b. [6]A. de Minaur 6-4 6-0
[Q] H. Laaksoneen b. B. Paire 4-6 6-0 6-3
[WC] A. Murray b. F. Tiafoe 7-6(3) 6-7(6) 7-6(8)