Ranking ATP/WTA: Swiatek n. 4, Sakkari irrompe in top ten

La polacca, semifinalista a Ostrava, entra per la prima volta in top five. La greca, approdata al match clou, si regala l’elite mondiale

Maria Sakkari e Iga Swiatek

Novità rilevanti nel ranking WTA al termine di una settimana che vedeva in programma come evento principale il “500” di Ostrava. A Iga Swiatek è bastato approdare alle semifinali per guadagnare due posizioni e regalarsi il primo ingresso in carriera nella top five, direttamente al n. 4.

La campionessa del Roland Garros 2020 si mette alle spalle colei che le è succeduta nell’albo d’oro parigino, Barbora Krejcikova, stabile al quinto posto, ed Elina Svitolina, vincitrice dodici mesi fa a Strasburgo, che retrocede dal quarto al sesto (– 2).

Alle spalle dell’ucraina Naomi Osaka supera Sofia Kenin facendo suo il settimo gradino, ma è Maria Sakkari a festeggiare ancor di più. La greca mette a frutto il piazzamento in finale nel torneo in Repubblica Ceca per fare il proprio debutto nell’elite mondiale, in decima posizione (+ 2). Sakkari prende il posto di Petra Kvitova (11; – 1).

Tra le venti da segnalare il nuovo primato personale della tunisina Ons Jabeur, che scavalca al sedicesimo posto Elena Rybakina, mentre poco dietro risale Anett Kontaveit (23; + 7), trionfatrice a Ostrava. L’estone è stata al massimo n. 14, nell’aprile di due anni or sono.

Più in basso, avanza la spagnola Nuria Parrizas Diaz (73; + 13), impostasi nel WTA 125 di Columbus, in Ohio. In ascesa pure Tereza Martincova (53; + 8), nei quarti a Ostrava, Clara Burel (79; + 12), finalista nella prova ITF di Wiesbaden, e Anastasia Potapova (80; + 12), al secondo turno in Repubblica Ceca dalle qualificazioni.

Bruschi cali, al contrario, per Alison Riske (50; – 18), Dayana Yastremska (72; – 19) e Alison Van Uytvanck (89; – 34).

Per quanto riguarda le italiane, dietro alla leader Camila Giorgi, trentasettesima (+ 2), Jasmine Paolini migliora anche oggi il career high: la toscana è sessantunesima (+ 3). Seguono Martina Trevisan (68; – 2), Sara Errani (105; + 1) ed Elisabetta Cocciaretto (137; + 3).

Fra le duecento altre tre azzurre stabiliscono il primato personale. Si tratta di Lucia Bronzetti (145; + 3), Lucrezia Stefanini (190; + 9) e Federica Di Sarra (199; + 11): le ultime due hanno raggiunto i quarti a Wiesbaden. Tra Stefanini e Di Sarra figura anche Giulia Gatto Monticone (197; 0).

Nel ranking ATP l’unico movimento fra i primi venti è il sorpasso di Hubert Hurkacz ai danni di Denis Shapovalov al dodicesimo posto: il polacco si è aggiudicato il torneo di Metz.

Nuovi career high per i protagonisti del torneo di Nur-Sultan: Ilya Ivashka (45; + 7), spintosi al penultimo atto, il finalista James Duckworth (56; + 9) e soprattutto il vincitore Soonwoo Kwon (57; + 25). Bene anche Peter Gojowczyk (87; + 14), in semi a Metz dalle qualificazioni.

In netta discesa Alex de Minaur (26; – 5), Adrian Mannarino (54; – 11), Facundo Basgnis (76; – 9) e Mikael Ymer (85; – 10).

Stabili i migliori italiani: Matteo Berrettini è settimo, Jannik Sinner quattordicesimo. Seguono Lorenzo Sonego (23; + 1), Fabio Fognini (31; + 1), Lorenzo Musetti (61: – 4), Gianluca Mager (78; 0), Marco Cecchinato (82; + 1), Andreas Seppi (95; – 8) e Stefano Travaglia (97; + 1).

Entro la duecentesima posizione figurano inoltre Salvatore Caruso (128; – 4), Federico Gaio (154; + 3) e Alessandro Giannessi (181; + 1).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Stefanos Tsitsipas, 4 Alexander Zverev, 5 Andrey Rublev, 6 Rafael Nadal, 7 Matteo Berrettini, 8 Dominic Thiem, 9 Roger Federer, 10 Casper Ruud.

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Aryna Sabalenka, 3 Karolina Pliskova, 4 Iga Swiatek (+ 2), 5 Barbora Krejcikova, 6 Elina Svitolina (- 2), , 7 Naomi Osaka (+ 1), 8 Sofia Kenin (- 1), 9 Garbiñe Muguruza, 10 Maria Sakkari (+ 2).