Internazionali d’Italia: Sonego vince la battaglia contro Monfils, Berrettini soffre ma passa, fuori Musetti

Dopo le buone prestazioni di ieri c’era qualche preoccupazione per i tre azzurri impegnati in match che per un verso o per l’altro presentavano più di qualche insidia. Berrettini, che meno di 48 ore fa chiudeva una grande settimana a Madrid, aveva di fronte Basilashvili, che sulla terra lenta di Roma prometteva di essere cliente pericolosissimo, non foss’altro perché arrivava dopo la vittoria dell’Estoril. E in effetti il primo set ha acuito i timori, perché il georgiano ha approfittato delle tossine di Matteo mettendolo più volte in difficoltà. Berrettini è stato bravo a recuperare il primo break al sesto game, ma Basilashvili ha ribrekkato subito e poi ha tenuto due servizi a zero che l’hanno portato avanti di un set. Il secondo si è deciso tra il quarto e il lunghissimo quinto game, con Berrettini che dopo essere passato avanti ha salvato la palla break che avrebbe dato sin troppa fiducia al rivale, chiudendo agevolmente 6-2. Nel terzo è stata l’acquisita consapevolezza di essere ormai un big a far girare la partita nelle mani dell’italiano, bravissimo ad annullare tre palle break nel settimo game a suon di vincenti, soprattutto la prima, giocando un dritto fantastico imprendibile per il georgiano. Forse è eccessivo dire che la partita si è chiusa lì, ma quando Basilashvili ha servito sul 4-5 Berrettini ha gicoato il miglior game del match, chiudendo con 4 punti di fila. Ottimo viatico per il match contro Millman, che presenterà analoghe difficoltà.

Bravissimo anche Lorenzo Sonego, che nel giorno del suo ventiseiesimo compleanno ha avuto la meglio su Gael Monfils, che anche in età avanzata – a settembre saranno 35 anni – rimane uno capace di tutto e del suo contrario. Sonego sembrava aver chiuso la contesa a metà del secondo set, quando salvava 3 palle break per portarsi sul 4-2, ma veniva raggiunto nel game successivo. Il piemontese aveva anche la possibilità di andare a servire per il match ma Monfils oggi aveva voglia, salvava la palla break e riusciva anche a brekkare Sonego nel dodicesimo game del set: 1-1 e tutto da rifare. Terzo set di grande tensione perché Sonego andava subito avanti ma a metà set aveva un pauroso passaggio a vuoto che gli costava un parziale di 0-12. Lorenzo era bravo a prendersi un po’ di tempo e sul 3-4 40-15 un fastidio alla coscia era l’occasione per riordinare le idee. Tornato in campo Sonego sembrava zoppicare un po’, non tanto da impedirgli una vera battaglia al nono game, che si chiudeva col sospirato break alla terza occasione utile e dopo che Monfils con dei numeri da fuoriclasse aveva annullato le prime due. Freddo e preciso, Sonego chiudeva a zero nel decimo game e si regalava il derby con Mager. Comunque vada avremo almeno un rappresentante negli ottavi di finale.

Niente da fare invece per Lorenzo Musetti che contro un big serve come Opelka ha pagato caro due sciagurati turni di servizio persi a zero. In una partita brevissima, meno di un’ora e un quarto, Musetti solo due volte è arrivato a 30 in risposta, troppo poco per sperare in qualcosa di più di un’onorevole sconfitta.

in aggiornamento

Secondo turno

[1] N. Djokovic vs T. Fritz
F. Auger-Aliassime b. [8] D. Schwartzman 6-1 6-3
[Q] F. Delbonis vs [12] D. Goffin
R. Opelka b. [WC] L. Musetti 6-4 6-4
A. Karatsev vs [3] D. Medvedev
K. Nishikori b. [11] P. Carreno-Busta w/o

Primo turno

[Q] A. Davidovich Fokina b. [16] G. Dimitrov 6-4 7-6(2)
[Q] Norrie b. [Q] R. Carballes Baena 6-4 6-4
[9] M. Berrettini b. N. Basilashvili 4-6 6-2 6-4
J. Millman b. D. Lajovic 6-3 6-4
L. Sonego b. [14] G. Monfils 6-4 5-7 6-4
[10] R. Bautista-Agut b. [Q] T. Paul 6-3 6-4
[13] D. Shapovalov b. [Q] K. Majchrzak 6-1 6-3