WTA Lione: Giorgi salva due match point ed è ai quarti di finale. Affronterà la sorpresa Tauson

Vittoria al fotofinish per Camila Giorgi, che in una partita ricca di capovolgimenti di fronte è riuscita a imporsi 2-6 6-1 7-6(5) contro Nina Stojanovic.

L’azzurra è ai quarti di finale del WTA 250 di Lione dopo essere partita malissimo, ma aver cominciato a cambiare atteggiamento dal 5-0 per la serba nel primo set.

Ha dominato il secondo parziale e nel terzo è stata la prima a scattare con un break sul 3-3 ma si è irrigidita sul 5-4 e non ha chiuso, complice qualche brutto errore ripetuto poi nell’undicesimo e nella prima parte del dodicesimo game. Sul 5-6 ha fatto due doppi falli nei primi tre punti, il sedicesimo e il diciassettesimo della sua partita, salvo poi non tremare una volta trovatasi sul 15-40. Prima ha spinto forte sulla diagonale di destra con la serba che ha commesso un errore di lunghezza in fase di palleggio, poi nel punto successivo malgrado sia stata costretta a servire una seconda ha comunque guidato lo scambio fino al punto della parità.

Nel tie-break è stata la prima a scivolare indietro di un minibreak, ma dall’1-2 ha prima allungato sul 4-2 e poi sul 5-3, guadagnandosi a sua volta due match point. Sul primo ha messo lungo un colpo da fondo campo mentre sul secondo Stojanovic, dopo aver recuperato il centro e riequilibrato un po’ lo scambio ma sull’ultimo dritto ha messo la palla appena larga. Dopo due ore e venti minuti di partita l’azzurra si è presa i quarti di finale e affronterà ora la sorpresa del torneo, Clara Tauson.

La diciottenne danese ha fatto il suo esordio nel circuito maggiore a fine 2020 con la qualificazione al Roland Garros seguita da una vittoria per 9-7 al terzo set contro Jennifer Brady. La statunitense non ama il rosso, ma rimane un punto esclamativo importante che ora si sta riproponendo in questa settimana francese che segue il titolo vinto in un ITF da 25.000 dollari ad Alterkinchen. In tutto, col 6-2 6-3 inflitto oggi a Timea Babos e le due partite nelle qualificazioni, Tauson è a quota nove vittorie consecutive. Nulla, ancora, con le 28 che ha ottenuto a tutti i livelli nei primi tre mesi del 2019 quando è passata dagli ultimi tornei junior in Australia al dominio nei primi ITF e alla prima convocazione in nazionale. Fu fermata solo a Lugano, inizio aprile, sconfitta 6-4 al terzo set nel primo turno contro Evgeniya Rodina.

Il servizio è già una buona arma e da fondo non ha avuto alcun problema, sia al primo turno che oggi, ad affrontare due avversarie molto potenti e (soprattutto all’esordio nel main draw) ha fatto fuori con discreta facilità la numero 1 del seeding e possibile grande favorita alla vittoria finale Ekaterina Alexandrova.

Risultati

secondo turno

[Q] C. Tauson b. T. Babos 6-2 6-3
C. Giorgi b. N. Stojanovic 2-6 6-1 7-6(5)
[2] F. Ferro b. [Q] T. Martincova 6-2 4-1 rit.

primo turno

V. Golubic b. V. Lapko 5-7 6-3 6-2
[WC] C. Burel b. [5] A. Cornet 6-1 1-6 6-3