ATP Madrid: Federer, ritorno vincente sulla terra dopo tre anni contro Gasquet

Federer b. R. Gasquet 6-2 6-3

Tre anni che sembrano pochi giorni. A Federer, l’alieno che torna sulla terra di Madrid, arrivano sensazioni decisamente positive da una vittoria netta ai danni di Richard Gasquet, non solo per il risultato, quanto più proprio per l’approccio ad una superficie che mancava da tanto tempo in repertorio e che non è proprio tra le sue preferite…anzi.

L’elvetico, senza troppi fronzoli, scioglie la partita, costringendo il francese a predisporsi per una lunga salita, grazie ad un break (frutto di meriti suoi e demeriti del collega) in apertura che lo issa su per tre giochi a zero nel giro di pochi minuti e che manterrà sostanzialmente per l’intero primo set, addirittura bissandolo sul finire. Gli scambi non troppo impegnati e un vantaggio significativo sono fattori che giocano a favore del campione di Basilea, anche se il secondo set vede un equilibrio di fondo perdurare ed impedire ad entrambi di sfondare, fino all’ottavo gioco, quando è ancora Roger ad infiammare la situazione e a procurarsi due palle break di fila, che non tarda a concretizzare, giocando molto profondo e chiudendo con lo smash.

È cinico, poi, a sigillare il trionfo con la battuta. In generale un buon rientro per lo svizzero, certo, il tabellone è ostico e, proprio per questo, era anche decisivo iniziare a marciare senza eventuali passi falsi che sarebbero potuti verificarsi tranquillamente. Tutto sotto controllo, invece, e stagione sul rosso inaugurata, fa quasi strano dirlo, anche per Federer.