ATP Tokyo: Goffin vince ancora

Secondo successo di fila di David Goffin che dopo Shenzhen si aggiudica anche l'ATP 500 di Tokyio. Partita senza storia, con Mannarino già contento della sua prima finale a questi livelli.

[4] D. Goffin b. A. Mannarino 6-3 7-5

Niente da fare per Adrian Mannarino, al suo quarto tentativo di vincere un titolo ATP, il primo in un torneo “500”. Ma come – e di più che – nelle tre precedenti occasioni anche stavolta il francese non partiva certo favorito e non solo perché Goffin l’aveva superato nelle due precedenti occasioni ma anche e soprattutto perché David Goffin pare essere in un momento di grazia.
Dopo l’appannamento post Montecarlo, acuito dall’incidente del Roland Garros, questa tournée asiatica ha regalato fin qui solo soddisfazioni al belga, che non ha certo sofferto particolarmente durante tutto il torneo. Anche il 7-6 al terzo contro Ebden in fondo è stato solo figlio di una prolungata distrazione, perché David era avanti 5-2 e servizio nel terzo e comunque ha chiuso 7-1 il tiebreak, sostanzialmente senza rischiare mai. Oggi, contro il sorprendente Mannarino, David ha fatto il minino indispensabile, partendo forte nei primi due turni di servizio dell’avversario e limitandosi a controllare una volta ottenuto il break.

Secondo set maggiormente complicato per Goffin, con Mannarino che nella parte centrale del set ha ingarbugliato un po’ le carte. Il francese ha approfittato di un passaggio a vuoto di Goffin per andare avanti 4-2 e servizio e ha anche avuto la palla del 5-2 ma ha dovuto cedere subito il servizio. Nel game successivo altra occasione per Mannarino ma ancora David ha alzato la soglia di attenzione e si è portato sul 4 pari.  A quel punto non è rimasto che attendere il momento del sorpasso che è arrivato puntuale all’undicesimo game. Mannarino ha mancato due prime e sulle secondo il rovescio di Goffin ha fatto sfracelli, prima con un incrociato strettissimo e poi, sulla seconda palla break, con un lungolinea anticipatissimo. David è andato a servire per il match e ha vinto il suo torneo più prestigioso chiudendo a zero con l’aiuto di una risposta in corridoio di Mannarino sul match point.

Gran momento dunque per David Goffin che vince il suo secondo torneo consecutivo, dopo quello di Shenzhen ed è ormai imbattuto da nove partite. Dopo aver interrotto la serie di sei sconfitte consecutive il nuovo numero 10 del mondo si candida ad essere uno dei protagonisti anche del “1000” di Shanghai, anche se è in rotta di collisione con Federer ai quarti. In ogni caso un giocatore forse ritrovato, anche se ormai di Goffin conosciamo pregi e difetti.