ATP Shanghai: uno splendido del Potro elimina Zverev, migliora Dimitrov

Giornata di ottavi di finale nel mille cinese, buona prestazione di Dimitrov dopo la prestazione in chiaro scuro contro Harrison, è seguito un combattutissimo incontro tra del Potro che la spunta su un nervoso, e inedito, Zverev.

[6] G. Dimitrov b. [10] S. Querrey 6-3 7-6(3)

Prestazione decisamente migliore rispetto al turno precedente per il bulgaro. In meno di un’ora e mezza archivia la pratica Querrey e giocherà venerdì in quarti di finale. Con questa vittoria raggiunge, ad oggi, 40 vittorie e 16 sconfitte in tutto il 2017, fece di meglio solo nel 2014 quando chiuse l’anno con 50 match vinti.

Per Grisha, dall’alto della sua posizione di numero 5 nella Race per Londra, questo è stato anche una sorta di scontro diretto, dato che Querrey è a ridosso dei 10 ed ancora in corsa per la qualificazione al Master. Nel prossimo turno Dimitrov potrebbe subito avere la rivincita della semifinale di Pechino persa settimana scorsa contro Nadal, oppure si troverà di fronte l’azzurro Fabio Fognini.

Dimitrov ha ottenuto il break nel quarto gioco del primo set e prima di chiudere il parziale con il servizio al nono gioco aveva già avuto l’opportunità di ottenere un altro break. Nel secondo aveva reagito Querrey che era scappato sul 2-0 ma era stato subito riagganciato, i due hanno continuato senza offrire occasioni di break sino al tie-break dove senza troppa fatica il numero sei del seeding ha chiuso l’incontro.

[16] J. del Potro b. [3] A. Zverev 3-6 7-6(5) 6-4

Del Potro ha vinto ancora una volta un match bello, tirato ed emozionante. Lo sparring, d’eccezione in questo caso, era il giovane fenomeno Alexander Zverev. Un primo set in cui abbiamo assistito all’unica sbavatura dell’argentino che ha ceduto immediatamente il turno di battuta, al secondo gioco o primo game al servizio per lui, da quel momento Zverev non aveva faticato a tenere in mano le redini e le sorti del gioco e del set. Nel secondo cambia tutto, del Potro si mette in modalità distruzione al servizio e per tutto il secondo parziale cede soltanto due punti in sei game di battuta. Il tie-break, in cui i due giungono dopo non aver concesso nemmeno l’ombra della palla break, va a favore della torre di Tandil. Nel terzo momento di nervosismo inedito di Zverev, quando nel quinto gioco, perde servizio e la testa sfasciando in malo modo la racchetta e prendendosi un sacrosanto warning. Delpo dal canto suo si tiene ben stretto il break di vantaggio e arriva sul 5-3 ad avere dei match point in risposta che non sfrutta, chiuderà al cambio di campo successivo con il proprio servizio.

Solito match solido di del Potro al servizio e soprattutto il match in cui è ingiocabile di dritto e a larghi tratti anche il rovescio gli cammina. Zverev non è riuscito a trovare le contromisure adatta in risposta e si è innervosito come mai avevamo visto, probabilmente non l’aveva preparata così la partita e non è riuscito a reagire con il gioco bensì con la rabbia e frustrazione. Al prossimo turno l’argentino affronterà uno tra Isner e Troicki.

Altre partite

Si forma il primo quarto di finale tra Marin Cilic e Albert Ramos-Vinolas. I due hanno battuto i rispettivi avversari in ottavi curiosamente con lo stesso punteggio, un tie-break nel primo set e un 6-4 nel secondo parziale. Vita molto più agevole per Cilic che non ha mai rischiato in battuta e nel tie-break ha dilagato, conquistando poi nelle primissime fasi del secondo set il break alla fine decisivo. Più lottato il match tra lo spagnolo e i tedesco, i due si sono scambiati un break nel primo parziale prima di raggiungere il tie-break e il break decisivo di Ramos è giunto solo al decimo gioco, quando Struff serviva per restare in partita.

Risultati ottavi:

[6] G. Dimitrov b. [10] S. Querrey 6-3 7-6(3)
[16] J. del Potro b. [3] A. Zverev 3-6 7-6(5) 6-4
[4] M. Cilic b. S. Johnson 7-6(1) 6-4
[1] R. Nadal vs F. Fognini
[2] R. Federer vs [Q] A. Dolgopolov
A. Ramos-Vinolas b. J. Struff 7-6(4) 6-4
G. Simon vs R. Gasquet
V. Troicki vs [12] J. Isner