ATP Montecarlo: Lorenzi facile su Granollers, avanti Pouille e Haas

Vittoria in due set per Paolo Lorenzi contro lo spagnolo Marcel Granollers. Secondo turno contro Pouille che ha sconfitto Harrison con identico punteggio. Tutto facile anche per Tommy Haas contro Benoit Paire. Struff ferma il diciottenne Ruud.

P. Lorenzi b. M. Granollers 6-2 6-4 (Raffaello Esposito)

Esordio insidioso per Paolo Lorenzi (37 ATP) sulla terra di Montecarlo. Il sorteggio oppone l’italiano allo spagnolo Marcel Granollers (65) in un incontro collocato nella parte alta del tabellone, con all’orizzonte un probabile ottavo contro Tsonga seguito da un quarto di finale con Wawrinka, lune di Alì e Stanimal permettendo. Il primo incrocio in carriera fra i due, entrambi con fasciatura alla caviglia sinistra, apre la giornata sul periferico campo 9, vista mare e spalti per pochi eletti.

Paolo il caldo serve per primo ed entra nel match con un parziale di 7 punti a 1 che lo porta subito a doppia palla break, Granollers potrebbe pagare caro qualche errore di troppo ma si sveglia in tempo per recuperare con un ace e il coraggio di spingere i colpi. L’assalto riesce però nel turno seguente dello spagnolo, che manca tre palle per il pareggio prima di subire l’iniziativa del nostro ai vantaggi. Lorenzi conferma il break con un turno di battuta che si stava complicando e il 4-1 è cosa fatta con merito, troppa incostanza per adesso nel gioco di Granollers, che fa viaggiare di più la palla ma non dà il giusto seguito ai colpi. Paolo potrebbe ammazzare il primo set nel sesto gioco ma non riesce a concretizzare un ghiotto 0-40 e l’avversario rimane in scia. Rod Laver diceva che il 4-1 con un break è solo apparentemente un vantaggio confortante. L’azzurro deve aver letto quelle parole perché accelera ancora e con l’aiuto di due ottimi attacchi lungolinea strappa una seconda volta la battuta allo spagnolo, chiudendo il set con l’ulteriore vantaggio di aprire al servizio il secondo.

Lorenzi prosegue nel suo piano partita, solido nei suoi turni e subito pericoloso in risposta quando manca una facile volée alta di rovescio che gli sarebbe valsa un promettente 15-30.
Granollers ringrazia, tiene la prima battuta dell’incontro senza palle break concesse e poco dopo ha la sua occasione. Paolo si complica la vita da 40-15 sopra e concede due vantaggi esterni con altrettanti dritti dubbi ma larghi, prima di metterci una toppa con un serve & volley e un vincente lungolinea. Lorenzi potrebbe poi prendere il largo ma restituisce subito il break del 3-1 e il punteggio nel secondo set rimane in equilibrio. Poco male però. Paolo dimentica subito l’inconveniente, oggi non ha mai sofferto la battuta avversaria e se la prende per la quarta volta sul punteggio di 5-4, complice un sanguinoso doppio fallo dello spagnolo sul vantaggio pari. Ora secondo turno contro l’enfant du pays Lucas Pouille, unico precedente a Bucarest 2016 con vittoria del francese 7-5 al terzo.

Gli altri incontri (Cristina Pozzoli)
Nel match di apertura sul Court Rainieri III, vittoria con brivido finale per il francese Lucas Pouille, testa di serie numero 11 del tabellone che ha battuto Ryan Harrison, unico statunitense presente in tabellone. Harrison è stato in difficoltà fin dall’inizio, molto frettoloso nella ricerca del punto come se la partita fosse stata sul veloce. Lento negli spostamenti laterali e incapace di costruire il punto lo statunitense ha permesso a Pouille di fare il suo gioco senza avere la necessità di trovare soluzioni alternative. Archiviato il primo parziale 6-2, il copione si è ripetuto nel secondo con il francese sempre padrone del campo avanti ancora 5-2 con due break e servizio. Al momento di chiudere il match Pouille ha però traballato cedendo il servizio con due doppi falli e qualche regalo di troppo sulle uniche palle break concesse. Chiamato nuovamente a servire per fare sua la partita, seppur con qualche patema, Pouille non si è lasciato sfuggire l’occasione e chiuso 6-4. I numeri non mentono e la chiave sta nei 26 gratuiti commessi da Harrison contro i 10 del francese a fronte di 19 vincenti a 21.

Il tedesco Jan-Lennard Struff ha vinto con un doppio 6-4 contro il diciottenne norvegese Casper Ruud, il giocatore più giovane di questa edizione del torneo. Nonostante la strepitosa semifinale conquistata all’ATP di Rio de Janeiro, serve ancora un po’ di esperienza al norvegese per competere con continuità con giocatori che hanno dalla loro più partite a questo livello. Nel primo set scandito dai servizi è stato infatti Ruud a peccare di ingenuità tattica e cedere il servizio nel nono game che ha mandato Struff a servire per il primo parziale. Nel secondo dopo uno scambio iniziale di palle break e servizi, l’equilibrio al servizio si è ristabilito ed è stato fatale per il norvegese ancora il nono game che ha permesso a Struff di chiudere ancora 6-4. Per il tedesco al secondo turno c’è Grigor Dimitrov, ottava testa di serie nel torneo.

Con una partita tatticamente perfetta, Tommy Haas ha vinto 6-2 6-3 contro il francese Benoit Paire, conquistando la seconda vittoria di questo 2017 che lo vedrà per l’ultima volta in campo. Nel primo set Haas è partito molto deciso mettendo a segno due break nel terzo e settimo game. Completamente sbagliata la lettura della partita da parte del francese che ha impostato un partita rapida cercando di chiudere in fretta i punti. Non chiedeva di meglio Haas per mettere in campo l’intelligenza tattica che manca a Paire e condurre il gioco facendo sempre la cosa giusta al momento giusto senza far capire niente al francese. Alternando traiettorie centrali ad accelerazioni improvvise il tedesco ha costretto Paire a commettere una valanga di errori cercando sempre il vincente ad ogni costo. Poco umile e poco paziente anche in avvio del terzo set, Paire si è trovato sotto 0-2, ha chiesto l’intervento del medico e del fisioterapista e poi ha provato a stare in campo ma la situazione non è cambiata e si è trovato 0-4. Nel quinto game Paire ha salvato tre palle break che l’avrebbero condannato e poi si è scrollato, ha trovato la motivazione per continuare e una pazienza che non gli è propria ed è risalito 3-4. Haas da parte sua ha mantenuto alta la concentrazione tenendo il servizio ed è andato a chiudere il match strappando il servizio a Paire nel nono game, chirurgico nell’esecuzione degli ultimi due punti con cui ha passato due volte Paire a rete, prima con un cross di dritto e poi con un lungo linea di rovescio. Al prossimo turno Paire sfiderà Tomas Berdych.

Risultati primo turno

P. Lorenzi b. M. Granollers 6-2 6-4
[11] L. Pouille b. R. harrison 6-2 6-4
[PR] T. Haas b. B. Paire 6-2 6-3
[Q] J-L. Struff b. C. Ruud 6-4 6-4
R. Haase b. [LL] D. Dzumhur 6-3 6-2
G. Muller b. [PR] T. Robredo 6-2 6-2
[WC] B. Coric vs [WC] J. Chardy
[16] P. Cuevas vs J. Sousa
K. Khachanov vs N. Mahut
F. Lopez vs D. Medvedev
M. Zverev vs J. vesely

Risultati secondo turno

[7] J-W. Tsonga vs [Q] A. Mannarino
[10] D. Goffin vs N. Almagro
[2] N. Djokovic vs G. Simon