WTA Adelaide: Keys, primo titolo dal 2019. Travolta Riske in finale

M. Keys b. A. Riske 6-1 6-2

Sono passati 29 mesi dall’ultimo successo di Madison Keys, che ad Adelaide ha spezzato questo lunghissimo digiuno imponendosi nel WTA 250 locale grazie a un cammino che l’ha vista battere la numero 2 del seeding Elina Svitolina, poi la numero 8 Liudmila Samsonova ai quarti e la numero 3 Cori Gauff in semifinale prima della ottima prestazione odierna contro l’altra statunitense Alison Riske.

Un match, quello odierno, finito in appena 55 minuti. 6-1 6-2 il punteggio complessivo dove l’ex top-10 ha semplicemente colpito la palla con molte categorie in più della sua avversaria, che non è mai riuscita a spostarla venendo sempre trafitta e risultando spesso impotente. Un risultato che pesa per il morale, dopo tantissimi mesi complicati e l’ammissione della stessa Keys di aver cercato nuove motivazioni in una carriera che all’alba dei 27 anni è abbastanza a un bivio.

Aveva voluto cominciare questo 2022 fregandosene, come diceva, di qualsiasi cosa. Cercare di ricreare un’atmosfera più intima e personale, alla ricerca di quelle emozioni e sensazioni che l’avevano portata anni fa a godere di quello che faceva. Una Madison che vuol provare a tenere tutto più bilanciato, dopo aver provato grande amarezza nel vedere quel numerino del ranking crollare da top-10, top-20 fino ai margini della top-100.

Adesso la vittoria ad Adelaide, il titolo numero 6 della carriera, e una classifica che riprende finalmente slancio riavvicinandosi alle prime 50 del mondo. Non ci guarderà più di tanto, ma il suo valore assoluto è ben più alto di così e questo può essere uno step di partenza.