Mantoflex, campi speciali per un Padel al massimo: scopri novità e innovazioni

Campi speciale e innovativi, al massimo delle tecnologia, del confort e della sicurezza, per trasformare il Padel in un’esperienza unica. Massimo Franchini, CEO della Mantoflex, azienda assoluta leader del settore dei campi da gioco, illustra la novità.

Quali sono le peculiarità dei vostri campi da Padel?

Le nostre strutture sono realizzate con piastre ed innesti costruiti in acciaio zincato e tralicci di alluminio strutturale. Tutti i tralicci sono dotati di precisi binari verticali per il perfetto fissaggio dei cristalli e dei pannelli di rete elettrosaldata.

Abbiamo per ogni pannello di rete elettrosaldata previsto quattro guarnizioni tipo Teflon che impediscono alla rete elettrosaldata di stare a contatto con la cornice metallica. Non abbiamo sui tralicci nessun rinforzo esterno, non avendone bisogno, perché le nostre strutture alla base sono doppie; incamiciate con un innesto di acciaio ed il palo di alluminio strutturale. La nostra verniciatura dell’alluminio semi lucida e testurizzata, conferisce resistenza ed un aspetto di design minimale e pulito.

Gli unici campi da Padel in Europa realizzati in acciaio/alluminio strutturale. Garantiti 15 anni all’ossidazione e alla verniciatura dell’alluminio.

Le caratteristiche di resistenza meccanica dei vs campi da Padel come si manifestano durante il loro utilizzo?

Le faccio un esempio semplice, immagini lei di essere un cristallo temperato ed avere due corpi rigidi che la sostengono verticalmente da dietro, quando riceve un urto faticherà ad ammortizzarlo, perché non ha nessuna dissipazione del carico che riceve; contrariamente se avesse dei corpi verticali di sostegno resistenti, ma elastici il carico lo avvertirebbe più ridotto per effetto di una maggiore dissipazione.

L’alluminio strutturale ha questa caratteristica di resistenza ed elevata flessibilità ai carichi, permettendo una maggiore dissipazione degli sforzi trasmessi ai cristalli che compongono parte della struttura.

Si parla molto di cristalli utilizzati nei campi da Padel, quali sono le sue opinioni a riguardo?

Si parla molto dei cristalli temperati e troppo poco dei modelli di campi da Padel a traliccio o panoramici utilizzati. Il cristallo temperato nella struttura Padel non è considerato struttura portante, ma è la struttura metallica, insieme ai cristalli a rendere tutto il sistema idoneo a sopportare gli urti derivanti dal gioco, la spinta del vento, gli eventuali urti esterni, il carico neve e gli sbalzi termici che possono alterarne alcune caratteristiche di resistenza.

Immaginate un campo panoramico con cristalli temperati di spessore mm.12 ed un campo a traliccio con cristalli temperati di spessore mm.10, se eseguite delle prove di carico sui due sistemi Padel, vedrete che il dato migliore risulterà sul modello a traliccio.

È fuori dubbio che un cristallo temperato di spessore mm.10, sia meno resistente rispetto allo spessore mm.12, ma quando si parla di sicurezza e di rottura dei cristalli, è molto più frequente nei campi da Padel panoramici, dotati di cristalli di spessore mm.12, perché è il sistema Padel panoramico che sottopone a maggiori sollecitazioni e vibrazioni i cristalli ed i sistemi di fissaggio. Un altro elemento di sicurezza e qualità dei cristalli temperati, di cui invece si parla troppo poco, è la sua flessibilità ed il coefficiente di frammentazione, che determina la vera sicurezza ed incolumità del giocatore in caso di rottura.

Quindi lei cosa consiglia rispetto all’utilizzo dei cristalli e dei modelli di campi da Padel?

Non mi sento di dare nessun consiglio, ma solo chiavi di lettura, per permettere ai potenziali acquirenti delle scelte tecnico economiche più consapevoli, realistiche e non solo dettate dalla moda.

Il campo da Padel a traliccio, indipendentemente dallo spessore dei cristalli utilizzati, è più resistente, ha meno necessità di controlli manutentivi durante il suo normale utilizzo e maggiore sicurezza strutturale. L’eventuale scelta opzionale di utilizzare anche i cristalli di spessore mm.12, aumenterà ulteriormente la sua maggiore performance.

Il campo da Padel panoramico, molto influenzato nelle vendite dal World Padel Tour, dove si gioca soltanto qualche ora alla settimana, ha una maggiore trasparenza nei due lati corti, ma un minor senso della profondità durante il gioco, avendo meno riferimenti visivo spaziali per i giocatori. I cristalli inoltre vengono maggiormente sottoposti a sollecitazioni, con tutto quello che ne deriva in termini di sicurezza e di maggiori controlli manutentivi da eseguire.

Quali sistemi di fissaggio utilizzate nelle vs strutture Padel e cosa consigliate come sottofondo?

I sottofondi utilizzabili possono esseri vari: cemento poroso, massetti in cls, asfalto purché privi di dislivelli di quota, eventualmente da sanare prima dell’applicazione della superficie di gioco. Per quanto riguarda il sottofondo, dimensioni mt.10×20, deve prevedere un cordolo perimetrale in c.a. di spessore cm.0,40×0,40. Le piastre di acciaio ed i tralicci di alluminio strutturale vengono applicati al cordolo in c.a. per infissione delle barre filettate di acciaio inox per circa cm.22/25.  Questo per garantire una perfetta stabilità dimensionale della struttura, il mantenimento delle necessarie simmetrie fra cristalli e pannelli di rete elettrosaldata ed il rispetto normativo dei calcoli strutturali.

Le superfici in erba sintetica utilizzate nei campi da Padel hanno molte differenze fra loro?

Sono circa 30 anni che applichiamo superfici sportive. Alla fine degli anni 90 il filato riccio/frise’ – oggi molto utilizzato nel Padel –   venne tolto dal mercato sportivo, proprio perché la sua conformazione lo rendeva poco resistente alle azioni meccaniche da calpestio, riducendone notevolmente la durata. Infatti dopo un modesto periodo di compressione a calpestio, le fa perdere quelle caratteristiche di elasticità iniziali. Inoltre i bassi spessori utilizzati, mm.10 e mm.12, dopo alcuni mesi di utilizzo contribuiscono a rendere le superfici troppo compresse e vicine al sottofondo. Per questo motivo, abbiamo optato per applicare spessori delle superfici appena più alte, mm.15.

Il maggiore spessore conferisce alla superficie più elasticità, restituisce il rimbalzo della palla medio veloce, ha una maggiore durata della pavimentazione e mantiene l’intaso della sabbia più omogeneo. Per aumentare ulteriormente l’elasticità della pavimentazione è sufficiente utilizzare un tappetino di gomma, applicato fra il sottofondo e la superficie in erba sintetica. I campi da Padel hanno un coefficiente di calpestio elevatissimo, in rapporto ai mq della superficie/numero di giocatori e senza una corretta manutenzione ed una maggiore altezza del filato la durata risulta troppo breve.

Perché avete scelto di restare fuori dal mercato del Padel per alcuni anni?

Prima di affrontare un nuovo mercato sportivo, è necessario valutarne seriamente gli aspetti tecnici, i fattori positivi e negativi, testare la qualità del nuovo prodotto e la capacità di assistenza che possiamo garantire ai ns clienti, in tutte le fasi pre – post costruzione.

Nel 2016 abbiamo prima applicato il ns campo da Padel c/o il ns show room Mantoflex Tennis & Padel, per testare e controllare giornalmente il suo comportamento in un ambiente vicino al mare, in termini di resistenza all’ossidazione e meccanica durante il suo utilizzo quotidiano. Abbiamo inoltre verificato come si comportavano i cristalli, i pannelli di rete elettrosaldata, tutte le guarnizioni ed i giunti di fissaggio sottoposti a stress termico e meccanico. Dopo anni di prova e di piccole migliorie apportate, abbiamo deciso di iniziare a vendere ed applicare i campi da Padel sul mercato italiano.

Per essere soltanto il primo anno, con aspetti sanitari restrittivi noti a tutti, abbiamo venduto ed applicato oltre 40 campi da Padel, con prospettive di crescita e di interesse da parte dei nostri nuovi e vecchi clienti altissimo. Un risultato inaspettato anche per noi. Stiamo realizzando anche un nuovo sito Mantoflex Padel & Enjoy Ball Multisport, dedicato specificatamente a queste due discipline sportive.

In che cosa consiste la struttura Enjoy Ball Multisport e che attività si possono svolgere al suo interno?

Dell’Enjoy Ball Multisport ne parliamo in un’altra occasione.