Ranking ATP/WTA: Djokovic, settimo anno da re. Zverev n. 3, Badosa top ten

Novak Djokovic

Sette volte numero uno di fine anno. Raggiungendo il match clou a Parigi Bercy, Novak Djokovic si è guadagnato la certezza matematica di restare in cima al ranking ATP sino al termine del 2021. Il serbo non si è accontentato e, prendendosi una gustosa rivincita su quel Daniil Medvedev che a New York gli aveva negato il Grande Slam, si è aggiudicato il titolo nell’ultimo Master 1000 stagionale.

Nole aveva già concluso in vetta nel 2011, 2012, 2014, 2015, 2018 e 2020. Nessuno, dall’introduzione della classifica computerizzata (agosto 1973), era mai stato capace di tanto. Prima di lui il record era detenuto da Pete Sampras, leader in sei occasioni, peraltro consecutive (dal 1993 al 1998).

Seguono a quota cinque Jimmy Connors (dal 1974 al 1978), Roger Federer (2004-07 e 2009) e Rafael Nadal (2008, 2010, 2013, 2017, 2019). A quattro abbiamo John McEnroe (1981-84) e Ivan Lendl (1985-87 e 1989).

Alle spalle di Medvedev, secondo, si issa Alexander Zverev, battuto dal russo in semifinale. Il tedesco sorpassa Stefanos Tsitsipas salendo sul gradino più basso del podio ed eguagliando così il proprio career high, stabilito il 6 novembre di quattro anni fa.

Subito dietro, Andrey Rublev effettua il controsorpasso su Rafael Nadal, tornando quinto. Fra i top ten si registra un’altra variazione, e riguarda Hubert Hurkacz, che, con il piazzamento nel penultimo atto, oltre a guadagnarsi l’accesso alle Finals di Torino, supera Jannik Sinner stabilendo il best ranking in nona posizione.

Tra i cinquanta, record personali, inoltre, per Cameron Norrie (12; + 1), Aslan Karatsev (15; + 1), Taylor Fritz (23; + 3), Carlos Alcaraz (32; + 3) e James Duckworth (47; + 8).

Migliorano se stessi anche Alexei Popyrin (59; + 12), negli ottavi da lucky loser, e soprattutto Hugo Gaston (67; + 36), che si è spinto fino ai quarti dopo aver superato le qualificazioni. In forte calo due top player del recente passato come Milos Raonic (71; – 23) e Stan Wawrinka (83; – 22).

Fra gli italiani, Matteo Berrettini resta settimo, mentre Jannik Sinner, come detto, retrocede di un gradino ed è decimo. Per la seconda settimana consecutiva, a ogni modo, vantiamo due rappresentanti nell’élite mondiale.

Alle spalle del romano e dell’altoatesino troviamo Lorenzo Sonego (27; 0), Fabio Fognini (37; 0), Lorenzo Musetti (58; + 9), Gianluca Mager (64; + 2, career high), Stefano Travaglia (81; 0), Marco Cecchinato (98; – 6) e Andreas Seppi (100; + 1).

Seguono Salvatore Caruso (144; – 5), Federico Gaio (151; 0), Alessandro Giannessi (191; + 1) e Gian Marco Moroni (200; + 2). In prossimità dei duecento pure Roberto Marcora (201; 0) e Franco Agamenone (203; + 2).

Il circuito femminile era fermo per la disputa della Billie Jean King Cup, in attesa delle Finals di Guadalajara. Non mancano comunque le variazioni di rilievo nel ranking WTA, dovute agli scarti dei punteggi ormai scaduti.

L’ex numero uno Angelique Kerber, che era rientrata fra le top ten appena lunedì scorso, scivola direttamente al diciassettesimo posto (- 8). Ciò consente a Iga Swiatek di risalire al nono (+ 1) e a Paula Badosa di fare il proprio debutto nell’élite mondiale: la spagnola è decima (+ 1).

Subito dietro di lei, migliora il record personale anche la russa Anastasia Pavlyuchenkova, undicesima (+ 1). Tra le venti, inoltre, ritoccano il career high Elena Rybakina (14; + 2), Jessica Pegula (19; + 1) ed Emma Raducanu (20; + 1).

Più in basso, si segnala la risalita di Madison Brengle (57; + 14), impostasi nella prova WTA 125 di Midland. Segno fortemente negativo, invece, per Belinda Bencic (23; – 6), Bianca Andreescu (46; – 22), Alison Riske (73; – 21), Qiang Wang (102; – 23) e Johanna Konta (112; – 39).

In leggera ascesa la leader azzurra Camila Giorgi, trentaquattresima (+ 2), mentre Jasmine Paolini si conferma cinquantunesima.

Oltre il centesimo posto figurano Martina Trevisan (113; + 1), Sara Errani (118; 0), Lucia Bronzetti (147; + 2), Elisabetta Cocciaretto (159; – 6), Lucrezia Stefanini (180; + 4) e Giulia Gatto Monticone (182; + 4). Si riavvicina alle duecento Federica Di Sarra (202; + 5).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Alexander Zverev (+ 1), 4 Stefanos Tsitsipas (- 1), 5 Andrey Rublev (+ 1), 6 Rafael Nadal (- 1), 7 Matteo Berrettini, 8 Casper Ruud, 9 Hubert Hurkacz (+ 1), 10 Jannik Sinner (- 1).

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Aryna Sabalenka, 3 Barbora Krejcikova, 4 Karolina Pliskova, 5 Garbiñe Muguruza, 6 Maria Sakkari, 7 Ons Jabeur, 8 Anett Kontaveit, 9 Iga Swiatek (+ 1), 10 Paula Badosa (+ 1).