Ranking ATP/WTA: Auger-Aliassime rimpiazza Sinner nella top ten

Félix Auger-Aliassime

Félix Auger-Aliassime rimpiazza Jannik Sinner nella top ten del ranking ATP. Il canadese, semifinalista a Stoccolma, approfitta dello stop al debutto dell’altoatesino per sottrargli il decimo posto, entrando così per la prima volta in carriera nell’élite mondiale. Per respingere l’assalto di Felix, Jannik, che esce dai dieci dopo due settimane di permanenza (nono il 1° novembre e decimo l’8),  avrebbe dovuto vincere il titolo.

È interessante notare come, mentre nella classifica “ufficiale” Auger-Aliassime ha un vantaggio di 158 punti (3308 a 3150), nella Race – che di solito, senza gli aggiustamenti per la pandemia, a fine stagione corrispondeva con l’altra – Sinner gli è davanti di ben 470 (nono con 3015 contro dodicesimo con 2545).

Auger-Aliassime è il quarto giocatore a fare breccia nella top ten senza essersi mai aggiudicato un titolo nel circuito maggiore: il ventunenne di Montréal ha raggiunto ben otto volte l’ultimo atto di un torneo ma non si è mai imposto. I suoi predecessori in tal senso, ossia Mikael Pernfors (nel 1986), Cédric Pioline (1993) e Marcos Baghdatis (2006), riuscirono in seguito a colmare la lacuna, conquistando, nell’ordine, tre, cinque e quattro trofei.

Tra i primi venti si segnala la risalita dell’altro canadese Denis Shapovalov (14; + 4), finalista in Svezia. Più in basso, riprende quota il semifinalista Frances Tiafoe (38; + 3) e irrompe tra i cinquanta il sorprendente vincitore Tommy Paul (43; + 9).

In netto calo, al contrario, Marcos Giron (66; – 9), Richard Gasquet (86; – 12), Emil Ruusuvuori (92; – 13) e Denis Kudla (102; – 15).

Fra gli italiani, Matteo Berrettini si conferma settimo, con Sinner che, come detto, retrocede in undicesima piazza (- 1). Alle spalle del romano e dell’altoatesino troviamo Lorenzo Sonego (27; 0), Fabio Fognini (37; 0), Lorenzo Musetti (59; – 1), Gianluca Mager (63; + 1, career high), Stefano Travaglia (78; + 3 con la semifinale nel Challenger di Bratislava), Marco Cecchinato (96; + 2) e Andreas Seppi (100; 0).

Seguono Federico Gaio (152; – 1), Salvatore Caruso (155; – 11), Alessandro Giannessi (188; + 3), Gian Marco Moroni (198; + 2), Roberto Marcora (199; + 2) e Franco Agamenone (200; + 3): quest’ultimo fa il suo esordio tra i duecento.

Il ranking WTA, con le Finals in pieno svolgimento a Guadalajara, non è stato per il momento aggiornato. Sono due le italiane tra le prime cento: Camila Giorgi, trentaquattresima, e Jasmine Paolini, cinquantunesima.

Seguono Martina Trevisan (113), Sara Errani (118), Lucia Bronzetti (147), Elisabetta Cocciaretto (159), Lucrezia Stefanini (180) e Giulia Gatto Monticone (182).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Alexander Zverev, 4 Stefanos Tsitsipas, 5 Andrey Rublev, 6 Rafael Nadal, 7 Matteo Berrettini, 8 Casper Ruud, 9 Hubert Hurkacz, 10 Félix Auger-Aliassime (+ 1).

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Aryna Sabalenka, 3 Barbora Krejcikova, 4 Karolina Pliskova, 5 Garbiñe Muguruza, 6 Maria Sakkari, 7 Ons Jabeur, 8 Anett Kontaveit, 9 Iga Swiatek, 10 Paula Badosa.