Federer, Nadal e Djokovic a 20 Slam, Rafa è il più dominante

Impietoso confronto tra colleghi del club 20Slam, Federer non ha certo beneficiato di Djokovic e Nadal

Novak Djokovic con la vittoria di Wimbledon 2021 ha eguagliato il record di tutti i tempi degli slam vinti nel singolare maschile. 20 come Roger Federer, il primo a toccare questa quota nel 2018 a Melbourne, e Rafael Nadal, che c’è riuscito lo scorso anno al Roland Garros.

Approfittando del fatto che la situazione dei tre, al momento, è in perfetta parità abbiamo tracciato una classifica parallela che potrebbe dare risposta alla domanda: ma quanto titoli Slam si son tolti l’un l’altro?

Guardando solo le finali giocate Nadal ne ha perse due con Djokovic in Australia, vinte 3 a Parigi, persa una a Wimbledon e vinte due e persa una a New York, quindi in totale +1. Tra Djokovic e Federer 3 finali a Wimbledon vinte dal serbo e una vittoria a testa sull’altro in finale allo Us Open, totale +3 per il serbo. Tra i due rivali eterni, Nadal e Federer, una finale a testa a Melbourne, 4 vittorie parigine di Nadal, due vittorie a uno per Federer a Wimbledon, totale nuovamente -3 per Roger.

Per addentrarci in questo viaggio quindi abbiamo attribuito 1 punto per ogni vittoria in una finale Slam e un -1 per ogni finale persa contro ognuno dei rivali; ma abbiamo tenuto anche in conto le semifinali, mezzo punto in più a chi ha vinto la sfida e poi il torneo, mezzo punto in meno a chi è uscito in semifinale e poi ha visto il suo carnefice alzare il trofeo al cielo due giorni dopo. Pensate ad esempio alla semifinale di Melbourne 2008 tra Djokovic e Federer, probabilmente anche lo svizzero avesse vinto quella partita avrebbe poi battuto Tsonga, quindi possiamo tranquillamente parlare di mezzo Slam tolto in quell’occasione.

La classifica dei “twenty”

A dominare questa classifica tra i tre “ventenni” è Rafael Nadal con un punteggio positivo di 5,5 (+4 contro Federer, + 1,5 contro Djokovic). Per lo spagnolo pesano soprattutto le conquiste ottenute al Roland Garros, neanche a dirlo contro Federer ma non solo. Djokovic mitiga leggermente grazie alla sua supremazia in terra australiana.

Proprio il serbo segue a 3 punti, si riprende dal -1,5 contro Rafa grazie al suo personale bottino contro Federer di +4,5, farà strano dirlo ma è Wimbledon che ha tradito lo svizzero, le tre finali vinte da Djokovic a Wimbledon hanno spostato gli equilibri tra loro ma anche nella conto dei 20 Slam totali.

Come appare chiaro è Federer (-8,5) quello che più ha sofferto l’arrivo degli altri due alieni. Senza incrociare le racchette con loro, e togliamo anche Murray, lo svizzero quando sfidava i vari Roddick, Hewitt o Agassi e aggiungendo anche le sfide più recenti contro Cilic o del Potro viaggia ad un punteggio monstre di 11,5.

Il peso di Murray

Si è sempre considerato Murray il quarto favoloso, a completare il quartetto che tanto piaceva chiamare Fab4. Purtroppo però la statistica per Murray è impietosa: sia per quanto riguarda il conto degli Slam 3 contro i 20 dei tre rivali; sia per la nostra speciale classifica, dove Andy è a -10,5. Va anche sottolineato come Murray, sfortunatamente per lui, solo una volta non si è trovato in finale Slam qualcuno che non fosse Djokovic o Federer. Contro di lui lo Nadal guadagna 1,5 punti, quasi tutte semifinali Slam; lo svizzero sta +3 e il serbo +3,5.

Lo scozzese in questa speciale classifica che tiene conto di tutti i vincitori slam dal 2003 in poi è quello che esce peggio dal confronto. Subito dopo di lui il ritirato Andy Roddick (- 4) che si è visto togliere tanto da Roger Federer; appaiato insieme a lui troviamo Thiem, l’austriaco ha conquistato il suo primo slam contro Zverev. Il tedesco non figura in questa classifica e quindi per il momento ha un saldo totalmente negativo frutto delle sconfitte parigine contro Nadal e di quelle australiane contro Djokovic.

Il caso Wawrinka e la classifica generale

Discorso particolare va fatto anche con Wawrinka che ha praticamente tolto uno Slam e mezzo a Djokovic, in quella sua fase da giocatore animalesco. Senza praticamente intaccare il punteggio di Federer (-0,5), semifinale persa a Melbourne 2018; e Nadal (0), contro lo spagnolo ha perso a Parigi 2017 ma vinto a Melbourne 2014.

Dei tennisti ancora in attività, e che hanno vinto almeno uno Slam, il podio è ovviamente occupato dai tre “twenty”. Quello che ne ha tolti di più agli avversari diretti è Nadal, che secondo la nostra classifica ne ha vinti 10 contro altri vincitori Slam.

Secondo posto per Nole con 7,5 punti. Segue Federer, 6 punti, che è ampiamente in positivo considerando il primo decennio del terzo millennio. In quarta posizione Wawrinka 1 punto, poi del Potro -1, Cilic -1,5. E a chiudere la classifica come detto Thiem -4 e Murray -10,5.