Ranking ATP/WTA: Swiatek n. 9. Avanzano Sinner e Sonego

Iga Swiatek

Iga Swiatek fa breccia nella top ten del ranking WTA. La polacca, trionfatrice agli Internazionali d’Italia, guadagna sei posizioni, passando in un colpo solo dalla quindicesima alla nona.

La campionessa in carica del Roland Garros, che compirà vent’anni tra due settimane, si mette alle spalle Karolina Pliskova (decima; – 1), da lei umiliata nel match clou del Foro Italico.

A lasciarle il posto nell’elite mondiale è invece Petra Kvitova, che scivola in dodicesima piazza (- 2), preceduta anche da Belinda Bencic, stabile in undicesima.

Fra le prime trenta migliorano se stesse Maria Sakkari (18; + 1), out al secondo turno, Karolina Muchova (19; + 1), assente al Foro Italico, Jessica Pegula (28; + 3), giunta nei quarti, e soprattutto la semifinalista Cori Gauff (30; + 5).

Risale Jelena Ostapenko (41; + 8), anche lei approdata fra le prime otto. Rientra fra le cento Vera Zvonareva (96; + 17), mentre ne esce l’ex regina Venus Williams (102; – 15).

Per quanto riguarda le italiane, guida sempre Camila Giorgi (83; 0), che precede Jasmine Paolini (91; + 2): la toscana migliora il career high stabilito nel marzo 2020 ed eguagliato lunedì scorso. Seguono Martina Trevisan (97; 0), Sara Errani (108; + 4), Elisabetta Cocciaretto (112; – 1) e Giulia Gatto Monticone (169; + 1).

Nulla si muove fra i top ten del ranking ATP, con Novak Djokovic che si conferma in vetta davanti a Daniil Medvedev e al dieci volte campione degli Internazionali Rafael Nadal.

Come accade spesso negli ultimi tempi, nuove soddisfazioni arrivano dagli italiani. Dietro al leader Matteo Berrettini, che resta numero 9, sale un altro gradino Jannik Sinner, ora diciassettesimo, suo career high.

Eguaglia il proprio miglior piazzamento Lorenzo Sonego, straordinario semifinalista a Roma. Il piemontese mette a segno un bel + 5 divenendo ventottesimo, come un mese fa dopo il titolo a Cagliari, giusto davanti a Fabio Fognini (29; – 1). Da sottolineare che nella Race Sonego è addirittura numero 13 (con Berrettini n. 9 e Sinner n. 10).

Tra gli azzurri, nel ranking solitamente su base dodici mesi, seguono Stefano Travaglia (76; – 7), Salvatore Caruso (81; 0), Gianluca Mager (86; + 4), Lorenzo Musetti (88; – 6) e Andreas Seppi (93; + 4). Esce ancora dai cento Marco Cecchinato (104; – 4).

Entro la duecentesima posizione troviamo Federico Gaio (138; – 1), Alessandro Giannessi (160; + 1), Thomas Fabbiano (164; 0), Paolo Lorenzi (167; 0), Lorenzo Giustino (176; – 2) e Roberto Marcora (191; + 1).

Per il resto, in forte ascesa Milos Raonic (16; + 4), che al Foro non è sceso in campo ma sfrutta le “emorragie” di punti altrui, l’inatteso semifinalista Reilly Opelka (35; + 12) e l’argentino Federico Delbonis (50; + 14), nei quarti dalle qualificazioni.

Tra i primi cinquanta, nuovi record personali anche per Aslan Karatsev (25; + 2), Alexander Bublik (38; + 2) e Alejandro Davidovich Fokina (45; + 3). In calo Grigor Dimitrov (20; – 3), Casper Ruud (21; – 5), Dominik Koepfer (59; – 9) e Fernando Verdasco (105; – 25): quest’ultimo esce dai cento, tra i quali figurava ininterrottamente dal marzo del 2004, oltre diciassette anni fa.

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Rafael Nadal, 4 Dominic Thiem, 5 Stefanos Tsitsipas, 6 Alexander Zverev, 7 Andrey Rublev, 8 Roger Federer, 9 Matteo Berrettini, 10 Diego Schwartzman.

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Naomi Osaka, 3 Simona Halep, 4 Aryna Sabalenka, 5 Sofia Kenin, 6 Elina Svitolina, 7 Bianca Andreescu, 8 Serena Williams, 9 Iga Swiatek (+ 6), 10 Karolina Pliskova (- 1).