Ranking ATP/WTA: risale Cecchinato. Korda top 50, ok Krejcikova

Il siciliano, finalista a Parma, torna fra i primi cento, direttamente al numero 83. Il “figlio d’arte” e la ceca, vincitori rispettivamente in Emilia e a Strasburgo, migliorano il career high

Marco Cecchinato

È il turno di Marco Cecchinato. In questa parte iniziale di stagione gloriosa per i colori italici, la settimana appena conclusa ha visto salire alla ribalta il siciliano, che a Parma è tornato a mostrare un tennis di alta qualità, spingendosi con autorità fino al match clou.

Ciò gli permette di guadagnare ben ventuno posizioni nel ranking ATP. Cecchinato rientra di prepotenza tra i primi cento, issandosi fino al numero 83. Il suo primato personale (sedicesimo nel febbraio 2019) è lontano, ma la strada è senz’altro quella giusta.

Sono sempre quattro gli italiani fra i top 30, tutti stabili: Matteo Berrettini n. 9, Jannik Sinner n. 19, Lorenzo Sonego n. 28 e Fabio Fognini n. 29. Davanti a Cecchinato figurano anche Lorenzo Musetti (76; 0), Stefano Travaglia (78; – 1) e Salvatore Caruso (82; – 1). Fra i cento troviamo inoltre Gianluca Mager (87; – 2) e Andreas Seppi (98; – 3).

Seguono, entro la duecentesima posizione, Federico Gaio (138; 0), Alessandro Giannessi (159; 0), Thomas Fabbiano (164; 0), Paolo Lorenzi (167; 0), Lorenzo Giustino (178; 0) e Roberto Marcora (193; – 1). Più in basso, il primo match vinto in carriera in una prova del Tour maggiore, a Parma contro Giron, fa salire Flavio Cobolli al n. 386 (+ 43).

Fermi i primi quarantanove, sale giusto al cinquantesimo posto Sebastian Korda, che in Emilia ha ottenuto si è sbloccato quanto a trofei nel circuito maggiore. Il “figlio d’arte” statunitense si issa così tredici gradini più in alto rispetto a lunedì scorso, stabilendo il primato personale.

Bene anche i semifinalisti Tommy Paul (52; + 3) e Jaume Munar (72; + 8). Continuando a scorrere la classifica, va sottolineato il + 74 del sorprendente slovacco Alex Molcan, finalista a Belgrado dalle qualificazioni e ora n. 181.

Nel ranking WTA, immobili le posizioni d’élite, a festeggiare maggiormente è la ceca Barbora Krejicikova, che, grazie all’affermazione colta a Strasburgo, diviene numero 33 (+ 5), suo career high. Più sette per la finalista, la rumena Sorana Cirstea, che risale al n. 54.

Fra le italiane guida sempre Camila Giorgi, stabile all’ottantesimo posto: la marchigiana precede Jasmine Paolini (91; 0) e Martina Trevisan (97; 0). Oltre la centesima posizione figurano Sara Errani (105; 0), Elisabetta Cocciaretto (113; 0), Giulia Gatto Monticone (172; – 1) e Martina Di Giuseppe (194; – 1).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Rafael Nadal, 4 Dominic Thiem, 5 Stefanos Tsitsipas, 6 Alexander Zverev, 7 Andrey Rublev, 8 Roger Federer, 9 Matteo Berrettini, 10 Diego Schwartzman.

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Naomi Osaka, 3 Simona Halep, 4 Aryna Sabalenka, 5 Sofia Kenin, 6 Elina Svitolina, 7 Bianca Andreescu, 8 Serena Williams, 9 Iga Swiatek, 10 Karolina Pliskova.