Ranking ATP/WTA: irrompe Sonego, quattro azzurri in top 30

Il torinese, impostosi nel Sardegna Open, si aggiunge a Berrettini, Fognini e Sinner: non avevamo quattro italiani fra i primi trenta dal luglio 1977

Lorenzo Sonego

Era il 3 luglio 1977, quasi quarantaquattro anni or sono. Fra i primi trenta del ranking ATP figuravano Adriano Panatta (n. 17), Corrado Barazzutti (n. 20), Paolo Bertolucci (n. 22) e Antonio Zugarelli (n. 27), ossia i quattro moschettieri che nel dicembre precedente avevano conquistato in Cile la prima, e finora unica, Coppa Davis della nostra storia. Da allora non era più accaduto che quattro italiani fossero in contemporanea fra i top 30.

Avviene di nuovo oggi grazie a Lorenzo Sonego, che, grazie al secondo titolo in carriera ottenuto nel Sardegna Open, guadagna sei posizioni divenendo ventottesimo. Davanti a lui abbiamo Matteo Berrettini (stabile al decimo posto), Fabio Fognini (stabile al diciottesimo) e Jannik Sinner (che sale di un posto, al ventiduesimo, grazie all’arretramento di quattro gradini del cileno Cristian Garin, ora n. 24). Per l’altoatesino, così come per Sonego, si tratta del nuovo primato personale.

La salute del nostro tennis al maschile è ribadita dalle presenze tra i cento, che si confermano ben dieci. Oltre ai primi quattro abbiamo infatti Stefano Travaglia (67; + 2), Lorenzo Musetti (84; + 6, best ranking grazie ai quarti raggiunti a Cagliari), Salvatore Caruso (89; – 2), Marco Cecchinato (92; + 1), Andreas Seppi (96; 0) e Gianluca Mager (97; – 6).

Entro la duecentesima posizione troviamo inoltre Federico Gaio (136; + 1), Paolo Lorenzi (154; – 1), Alessandro Giannessi (166; 0), Lorenzo Giustino (168; + 1), Thomas Fabbiano (171; + 1) e Roberto Marcora (190; + 1).

Per il resto, il successo a Marbella consente a Pablo Carreño Busta di risalire al dodicesimo posto (+ 3): lo spagnolo fu decimo nel settembre 2017, dopo la prima delle due semifinali da lui raggiunte agli US Open. Il serbo Laslo Djere, finalista in Sardegna, è quarantanovesimo (+ 8).

Nel ranking WTA, dopo sette giorni di assenza, rientra fra le top ten Petra Kvitova, cui basta il piazzamento negli ottavi a Charleston per operare il controsorpasso ai danni di Kiki Bertens.

Il titolo conquistato in South Carolina permette alla russa Veronika Kudermetova di salire al ventinovesimo posto (+ 9). Bene anche la semifinalista Paula Badosa (62; + 9) e la finalista Danka Kovinic (65; + 26), oltre a Tamara Zidansek (80; + 13), che ha raggiunto l’ultimo atto a Bogotà.

In Colombia si è imposta a sorpresa la diciannovenne beniamina di casa Maria Camila Osorio Serrano, in gara tramite wild card. La nativa di Cúcuta mette così a segno un brillante + 45, passando in un colpo solo dal n. 180 al n. 135.

In calo, al contrario, Amanda Anisimova (39; – 6), Fiona Ferro (57; – 12), Polona Hercog (76; – 16) e Kristyna Pliskova (86; – 10).

Sono sempre due le azzurre fra le prime cento, Camila Giorgi (81; – 1) e Martina Trevisan (99; 0). Seguono Jasmine Paolini (104; – 1), Elisabetta Cocciaretto (111; 0), Sara Errani (112; 0) e Giulia Gatto Monticone (170; + 7).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Rafael Nadal, 4 Dominic Thiem, 5 Stefanos Tsitsipas, 6 Alexander Zverev, 7 Roger Federer, 8 Andrey Rublev, 9 Diego Schwartzman, 10 Matteo Berrettini.

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Naomi Osaka, 3 Simona Halep, 4 Sofia Kenin, 5 Elina Svitolina, 6 Bianca Andreescu, 7 Aryna Sabalenka, 8 Serena Williams, 9 Karolina Pliskova, 10 Petra Kvitova (+ 1).