Il torneo di Madrid annuncia: dal 2021 il torneo WTA durerà una settimana in più

photo credit: @Jimmie48/WTA

Attraverso i loro profili social, gli organizzatori del Mutua Madrid Open annunciano che nel 2021 ci saranno delle novità per quanto riguarda la durata del loro torneo, cancellato in questa stagione a causa della pandemia di Covid-19.

Il comunicato ufficiale dice che l’evento combined (WTA Premier Mandatory e ATP Master 1000) si svolgerà sulla distanza delle due settimane, ma nella realtà soltanto il torneo femminile al momento sembra subire delle modifiche al programma di ogni stagione.

Fino al 2020, infatti, le qualificazioni del torneo WTA cominciavano il venerdì della settimana precedente e sabato c’erano già alcuni incontri di primo turno del tabellone ufficiale. Adesso l’evento è previsto al via dal 27 di aprile 2021 (martedì) con le qualificazioni e il tabellone principale che scatta due giorni più tardi (giovedì). L’evento ATP, invece, vedrà le qualificazioni cominciare il 30 (venerdì, un giorno prima del solito) e il main draw prendere il via domenica 2 maggio.

Non sembra esserci altro, al momento, ma rimane il dubbio se per il torneo WTA sia in previsione un allargamento del main draw da 64 a 96 giocatrici (e 32 bye) come avviene a Indian Wells e Miami, ma soprattutto crea un po’ di caos su quella che normalmente è una settimana di approccio alla terra battuta europea e lo slot è occupato tradizionalmente dal torneo WTA International di Praga, subito dopo gli appuntamenti con la Fed Cup/Billie Jean King Cup e l’evento WTA Premier di Stoccarda.

Avendo saltato l’appuntamento nel 2020, Madrid ripartirà (sperando la situazione lo consenta) con Kiki Bertens e Novak Djokovic come campioni in carica dell’edizione 2019.