Tra poche emozioni Tsitsipas e Khachanov raggiungono le semifinali dell’Australian Open

Già alla vigilia si temeva che non ci sarebbe stato grande spettacolo in questi quarti di finale dell’Australian Open. Nella parte bassa troppo ampio pare il divario tra Djokovic e Rublev e il derby statunitense verrà visto dai familiari stretti di Paul e Shelton, bravi per carità, ma non proprio due star.

Oggi era il turno della parte alta e anche in questo caso sapevamo che difficilmente sarebbe stata una giornata di tennis indimenticabile. Se è andata anche peggio del previsto la colpa è di un altro infortunio ancora, quello subito da Sebastian Korda, che dopo un’ora e mezza di una buona partita ha dato il via libera a Karen Khachanov, alla sua seconda semifinale slam consecutiva. Il polso di Korda è peggiorato piano piano, dopo che già prima del match aveva cominciato a dar fastidio, ed è crollato a metà del secondo set. Buon per Khachanov, che ha fatto il suo onesto torneo e che proverà a sorprendere Stefanos Tsitsipas, che ha vinto con sicurezza il suo match contro l’outsider Lehecka. Il tre set a zero è un po’ ingeneroso col ceco, che è stato per tutto il match vicino al greco, ma pensandoci bene è anche vero che il risultato non è mai sembrato in discussione. Ad ogni modo Tsitsipas ha concesso palle break in due soli turno di battuta, salvandosi egregiamente, ma d’altra parte ha brekkato appena due volte. La differenza reale si è forse vista nel tibreak del secondo set, con il greco che è semplicemente sembrato più forte, un po’ come nel quinto set contro Sinner.



Tsitsipas è avanti 5-0 contro Khachanov e nei tre match in cemento all’aperto il russo non è mai arrivato a vincere sei game in un set. Pronostico a senso unico, sarebbe davvero sorprendente non trovare Tsitsipas domenica mattina.

Speriamo che non finisca come al solito.

Quarti di finale

[18] K. Khacanov b. [29] S. Korda 7-6(5) 6-3 3-0 rit.
[3] S. Tsitsipas b. J. Lehecka 6-3 7-6(2) 6-4