Rublev batte Rune e sfida Djokovic, Shelton sorprende anche Wolf

Stavolta Rublev non ce l’ha fatta a perdere un match giocato in modo misterioso contro un Rune non in perfette condizioni fisiche ma che ha buttato un match vinto tre volte. La prima quando si è trovato sul 5-2 al quinto e sul 5-3 e servizio ha sbagliato tre dritti regalando il break a zero; la seconda sul 6-5, servizio Rublev, quando è andato 15-40 e ha steccato una risposta di dritto prima di affossare in rete un altro dritto; la terza infine nel super tie break, quando avanti 5-0 e poi 7-3 è riuscito a perdere sei punti fila, consentendo a Rublev di chiudere un match che il russo sembrava aver già archiviato tra le tante occasioni mancate in carriera. Prima era stato un match abbastanza noioso, filato via con notevole rapidità – meno di 40 minuti a set – ravvivatosi un po’ alla fine del quarto set, quando ancora Rune aveva sciupato un break di vantaggio prima di chiudere grazie ad un disastro al volo di Rublev sul set point. Rublev ha messo in mostra i suoi tentativi di avvitarsi sul gioco monocorde da fondo campo, cercando varie volte la via della rete; il problema è che gli manca proprio la sensibilità per riuscire a giocare al volo, e ogni volta che si trova a giocare un colpo sopra la spalla il risultato può essere qualsiasi, spesso non buono. Rimane il dubbio su cosa sarebbe potuto accadere con un Rune in condizioni migliori anche se il danese difficilmente perderà ancora una partita come questa.

L’altro match l’ha vinto Brian Shelton, statunitense di poco più di 20 anni, che ha giocato appena 27 partite a livello ATP, compresa quella contro Wolf, onesto mestierante mai tra i top50, arrivato agli ottavi grazie alla vittoria contro un declinante Schwartzman e un tabellone abbastanza favorevole. Wolf ha avuto anche la palla break avanti due set a uno, issandosi fino al tiebreak. Perduto quello è crollato al quinto, dando via libera al giovane rivale, che affronterà Tommy Paul, vittorioso in 4 set contro Roberto Bautista Agut. Una grande occasione davvero.

Poco da dire sul match di Nole Djokovic, che ha lasciato la miseria di 5 giochi ad Alex de Minaur.

Ottavi di finale

[5] A. Rublev b. [9] H. Rune 6-3 3-6 6-3 4-6 7-6(9)
[4] N. Djokovic b. [22] A. de Minaur 6-2 6-1 6-2
B. Shelton b. J.J. Wolf 6-7(5) 6-2 6-7(4) 7-6(4 6-2
T. Paul b. [24] R. Bautista Agut 6-2 4-6 6-2 7-5