Clamoroso: Simona Halep positiva a un test antidoping

Una notizia shock ha colpito il mondo del tennis.

L’ex numero 1 WTA, ferma dalla sconfitta al primo turno allo US Open, è risultata positiva a un test antidoping effettuato proprio nei giorni dello Slam statunitense a un farmaco proibito dalla WADA: il farmaco, Roxadustat, viene indicato per combattere l’anemia ma viene anche classificato tra le sostanze vietate come l’EPO.

La rumena il 7 ottobre è stata notificata di questa violazione per un test che, si legge, è stato effettuato durante l’ultimo US Open quando perse al primo turno contro la qualificata Daria Snigur. Il campione, sempre nel comunicato, è stato diviso in due e dalle analisi si è scoperto che uno conteneva FG-4592 (Roxadustat), sostanza proibita nella lista WADA 2022 costringendo la giocatrice a una sospensione dall’attività.

Halep aveva già chiuso la stagione in corso proprio dopo lo Slam di New York, effettuando un intervento al naso che aveva in programma da ormai otto anni e continuava a rimandare. In questo momento, Simona ha comunque richiesto che il campione B venga analizzato.