WTA Parma: Paolini ai quarti, avanti anche Sakkari. Paoletti sconfitta contro Begu, fuori Stephens

photo credit: @Jimmie48/WTA

Per il secondo giorno consecutivo Jasmine Paolini viene chiamata alla rimonta da un set di ritardo e, ancora una volta, la toscana non sbaglia.

Dopo il duro 6-7 6-4 6-2 ai danni di Rule Niemeier, Jasmine si è imposta nel secondo turno del WTA 250 di Parma per 4-6 6-3 6-4 nel derby contro Elisabetta Cocciaretto.

Tanta lotta in una bella cornice di pubblico per il match più atteso di questo mercoledì, con Paolini che è emersa alla distanza dopo quasi due ore e mezza di partita guadandosi il biglietto per affrontare Danka Kovinic nella giornata di domani. Anche la montenegrina si è esaltata in una partita molto delicata contro Sloane Stephens, avendo anche bisogno del fisioterapista nel secondo set per un fastidio muscolare. Alla fine, però, è arrivata al successo col punteggio di 7-5 2-6 7-5, cancellando il dispiacere per il match point non sfruttato sul 5-3 e la rimonta da 30-0 su 5-4.

Nuova rimonta anche per Maria Sakkari, numero 1 del seeding e in tabellone con una wild-card, che dopo le quasi tre ore del primo turno contro Kateryna Baindl (ex signora Kozlova) ha dovuto recuperare un set di ritardo anche ad Arantxa Ros, imponendosi 3-6 6-2 6-3. Affronterà ora Maryna Zanevska, giustiziera al primo turno di Lucia Bronzetti e che ha battuto oggi Dalla Galfi 6-1 6-3.

Nella parte bassa del tabellone da segnalare la seconda vittoria-maratona di Lauren Davis. Lunedì, nella sessione serale, ha impiegato oltre due ore e mezza per battere Sara Errani, e oggi le sono volute oltre tre ore per battere Sara Sorribes Tormo 3-6 6-4 7-5. Contro di lei ci sarà l’egiziana Mayar Sherif, impostasi 6-3 7-6(1) contro la qualificata svizzera Simona Waltert. Nel match serale odierno, invece, Irina Camelia Begu ha estromesso la terza italiana in campo oggi: Matilde Paoletti. Buona prova, comunque, per la diciannovenne in tabellone con una wild-card e che dopo l’affermazione, la prima in carriera nel circuito maggiore, nel match d’esordio contro Gabriela Lee (ex signora Talaba) non è riuscita nell’impresa di affermarsi contro un’avversaria molto più quotata ed esperta di lei, finendo comunque con un onorevole 6-4 6-4 in favore della rumena che avrà ora il derby contro Ana Bogdan, che ha sconfitto 6-2 3-6 6-3 Anna Karolina Schmiedlova.