Boris Becker condannato a 2 anni e mezzo di carcere per bancarotta

Becker

Boris Becker è stato condannato a due anni e mezzo di carcere dalla Southwark Crown Court per bancarotta fraudolenta.

L’ex campione di tennis tedesco, 54 anni, vincitore di sei prove del Grande Slam, delle quali tre volte Wimbledon, riconosciuto colpevole l’8 aprile da un Tribunale londinese, rischiava una condanna fino a sette anni.

Becker è risultato colpevole per 4 dei 24 reati complessivi a lui contestati a seguito del fallimento dichiarato nel 2017. Il giudice Deborah Taylor si è pronunciato oggi pomeriggio, dopo aver sentito le arringhe di entrambe le parti.

Per il Tribunale il tedesco “ha trasferito grandi quantità di denaro dal suo conto aziendale ad altri conti correnti, come quello della ex moglie Barbara, non ha dichiarato una proprietà in Germania e ha nascosto 825.000 euro di prestiti bancari e diverse azioni”. In tutto Becker ha “frodato” 2,5 milioni di sterline, ovvero circa 3 milioni di euro.