Sinner: “Con Piatti sette anni bellissimi, ma ora tocca a Vagnozzi”

Jannik Sinner

“Il cambio di coach è sicuramente un cambiamento.

Ho passato sette anni bellissimi con Riccardo Piatti e il suo team. Adesso sono qui con Simone Vagnozzi”. Sono le parole con cui Jannik Sinner ha spiegato a SuperTennis il cambio di allenatore, alla vigilia dell’esordio nel torneo di Dubai. “Non vedo l’ora di iniziare, penso che mi possa dare qualcosa poi vediamo cosa succederà. Ho scelto Simone perché lo conoscevo un po’ da prima, ha fatto ottimi risultati con Cecchinato e Travaglia. E’ un ottimo allenatore, l’ho scelto per questo”.

“Sono risultato positivo dopo l’Australian Open, e non ce l’ho fatta a giocare a Rotterdam – ha spiegato -. A Marsiglia non mi sono sentito molto bene, ma da circa una settimana mi sento bene. Sono pronto per giocare qui a Dubai”, ha aggiunto Sinner che torna in campo a Dubai per la prima volta dopo la sconfitta contro Stefanos Tsitsipas, affrontando lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 43 del mondo. Il match è in programma nella giornata di domani.