Ranking ATP/WTA: Badosa, debutto in top five. Murray torna nei cento

Paula Badosa

Fino allo scorso mese di maggio non era mai stata nemmeno fra le prime cinquanta. Oggi Paula Badosa effettua il proprio debutto fra le top five del ranking WTA. La ventiquattrenne spagnola si giova del netto calo della polacca Iga Swiatek, che retrocede dal quarto all’ottavo posto, per salire sul quinto gradino.

Il 5 aprile 2021 Paula era ancora n. 71. Queste le tappe fondamentali della sua crescita esponenziale:

  • fra le cinquanta (n. 42) il 10 maggio, dopo la semifinale nel “1000” di Madrid,
  • fra le trenta (n. 29) il 12 luglio grazie ai quarti al Roland Garros e agli ottavi a Wimbledon,
  • fra le venti (n. 13) il 18 ottobre con il titolo nel “1000” di Indian Wells,
  • fra le dieci (n. 10) l’8 novembre.

Conclusa la stagione scorsa al n. 8, adesso è giunto l’ulteriore step, con il podio ormai nel mirino.

La discesa di Iga Swiatek consente anche a Karolina Pliskova, Garbiñe Muguruza e Maria Sakkari di guadagnare una posizione ciascuna: sono, nell’ordine, quarta, sesta e settima. Rientra fra le top ten dopo una settimana d’assenza Ons Jabeur (decima; + 1), che sfrutta la lieve discesa di Danielle Collins (undicesima; – 1).

Esordisce tra le venti la canadese Leylah Fernandez (19; + 2): la finalista degli US Open è favorita dal calo di Cori Gauff (20; – 3) e Belinda Bencic (24; – 5). Segno fortemente negativo per Shelby Rogers (47; – 9), Petra Martic (70; – 8) e Anastasija Sevastova (79; – 14).

Fra le italiane guida sempre Camila Giorgi, che resta trentesima. Dietro alla marchigiana troviamo Jasmine Paolini (48; + 1, career high) e Martina Trevisan (93; 0). Seguono Lucia Bronzetti (115; + 1, career high), Sara Errani (145; + 1), Elisabetta Cocciaretto (163; + 1) e Lucrezia Stefanini (180; – 1).

Nel ranking ATP, immobili i primi dieci, fra i top twenty si registrano i nuovi career high del russo Aslan Karatsev (14; + 1) e dello statunitense Taylor Fritz (19; + 1).

Il primo trofeo nel circuito maggiore, conquistato a Montpellier battendo nell’ultimo atto il n. 3 Alexander Zverev, porta Alexander Bublik a un passo dai trenta: il kazako è trentunesimo (+ 4), suo primato personale.

Molto bene gli altri due vincitori della settimana, i redivivi Albert Ramos-Viñolas (32: + 12), che ha sbancato Cordoba, e Joao Sousa (86; + 51), impostosi a Pune. Lo spagnolo è stato al massimo n. 17 nel maggio di cinque anni fa, il portoghese n. 28 nello stesso mese del 2016.

Si segnalano inoltre l’ingresso fra i cinquanta di Mackenzie McDonald (49; + 7), cui è bastato il secondo turno in Francia, e le forti ascese di Emil Ruusuvuori (71; + 16), finalista a Pune, Kamil Majchrzak (79; + 16), semifinalista nel medesimo torneo, e Alejandro Tabilo (112; + 32), approdato al match clou di Cordoba dalle qualificazioni.

Da rimarcare due notevoli rientri fra i primi cento, quelli di Thanasi Kokkinakis (94; + 7) e Andy Murray (95; + 7). L’australiano, a lungo bersagliato dagli infortuni, vi mancava dalla classifica datata 15 febbraio 2016: il suo career high, che senza dubbio non rende giustizia alle potenzialità, è il n. 69 toccato nel giugno 2015.

L’ex numero uno era invece assente da quasi quattro anni. L’ultima edizione in cui aveva figurato tra i cento era quella del 28 maggio 2018: all’epoca era n. 47, mentre due settimane più tardi, al termine del Roland Garros, era scivolato direttamente al n. 157.

In netto calo Daniel Evans (27; – 5), James Duckworth (55; – 9), Brandon Nakashima (82; – 11), Ricardas Berankis (99; – 17), Corentin Moutet (106; – 17) e Jiri Vesely (123; – 43).

Stabili i due azzurri nella top ten: Matteo Berrettini sesto, Jannik Sinner decimo. Alle loro spalle troviamo Lorenzo Sonego (22; + 1), Fabio Fognini (40; – 9), Lorenzo Musetti (63; + 3), Gianluca Mager (67; 0), Marco Cecchinato (92; + 6) e Andreas Seppi (100; + 6).

Seguono, oltre il centesimo posto, Stefano Travaglia (109; – 16), Salvatore Caruso (151; – 6), Federico Gaio (176; – 2), Franco Agamenone (180; – 1), Thomas Fabbiano (182; + 13 con la semifinale nel Challenger di Cleveland), Flavio Cobolli (193; – 1), Gian Marco Moroni (196; + 6) e Alessandro Giannessi (198; – 14).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Daniil Medvedev, 3 Alexander Zverev, 4 Stefanos Tsitsipas, 5 Rafael Nadal, 6 Matteo Berrettini, 7 Andrey Rublev, 8 Casper Ruud, 9 Félix Auger-Aliassime, 10 Jannik Sinner.

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Aryna Sabalenka, 3 Barbora Krejcikova (+ 1), 4 Karolina Pliskova (+ 1), 5 Paula Badosa (+ 1), 6 Garbiñe Muguruza (+ 1), 7 Maria Sakkari (+ 1), 8 Iga Swiatek (- 4), 9 Anett Kontaveit, 10 Ons Jabeur (+ 1).