BE-RRE-TTI-NI!!!! Partita pazzesca con Monfils, Matteo in semifinale contro Nadal

Che campione, Matteo Berrettini. Al termine di una partita pazzesca, l’italiano ha avuto la meglio in cinque set su Gael Monfils e vola in semifinale agli Australian Open, primo italiano nella storia a riuscirci, in attesa della sfida di domani tra Jannik Sinner e Stefanos Tsitsipas.

Matteo è riuscito anche in un’altra impresa, straordinaria, quella di arrivare in semifinale in tre slam su quattro (Us Open, Melbourne appunto e Wimbledon), non ci era mai riuscito nessun italiano.

Berrettini si è imposto con il risultato di 6-4 6-4 3-6 3-6 6-2 in 3 ore e 44 minuti di gioco.

Primi due set agevoli per il campione romano, poi il recupero del francese, spinto anche dal pubblico tutto dalla sua parte, che rimonta da due set a zero alla parità. Nel quinto fondamentali i due break consecutivi in apertura di Berrettini, che porta a casa il set decisivo e l’incontro.

Il 25enne tennista romano, n.7 del ranking mondiale, ha dovuto vedersela anche con il pubblico, tutto schierato per Monfils, che ha rumoreggiato e fischiato a più riprese i colpi dell’italiano, per motivi davvero ignoti.

LE DICHIARAZIONI

«E’ incredibile, sono davvero felicissimo. In questo match ho vissuto tantissime emozioni. Pensavo di avere la partita in mano dopo due set e invece mi sono trovato al quinto…».

Così Matteo Berrettini commenta a caldo il suo successo su Gael Monfils che lo ha portato alla semifinale dell’Open. «Nel terzo set ho mancato due palle break e Gael mi ha rimontato, poi per fortuna ho ripreso a giocare meglio». «Ora mi aspetta una grande battaglia con Nadal. Entrambi siamo andati al quinto set e dobbiamo recuperare. Io sono più giovane, ma lui ha più esperienza».

L’azzurro dovrà ora vedersela con il campione di Manacor, vittorioso anche lui al quinto set contro Denis Shapovalov.