Portoroz, ottima Paolini: prima finale WTA in carriera, affronterà Riske

Bell’exploit di Jasmine Paolini che, impegnata in questa settimana a Portoroz in Slovenia, ha messo insieme prestazioni importanti per arrivare alla sua prima finale WTA in carriera.

La toscana in questo 2021 aveva già ottenuto un trofeo, vincendo il WTA 125 di Bol in Croazia, e questa è in totale la terza finale che giocherà contando anche quella di Saint Malo a inizio maggio, sempre categoria WTA 125.

In Slovenia, nel torneo 250, Paolini si è imposta contro Anna Kalinskaya all’esordio, Dayana Yastremska al secondo turno (l’ucraina si è ritirata sotto 7-6 4-1, ma era avanti 5-2 e servizio nel primo set) e poi in tre set contro Sorana Cirstea ai quarti e Yulia Putintseva oggi in semifinale. Importante l’affermazione contro la kazaka, un 1-6 6-3 6-4 dove ha ribaltato una partita che sembrava avere poca storia nelle prime fasi, quando cercava di rimanere a galla mentre la sua avversaria comandava il campo e il ritmo degli scambi.

Sul 5-0 nel primo set Putintseva si è un po’ spenta, Paolini si è sbloccata e malgrado abbia poi riperso la battuta ha cominciato il secondo set con bel altro piglio, prendendo subito un break di vantaggio e raddoppiandolo sul 5-3. Nel terzo set, infine, la partenza sul 3-0 è servita a dare ampio margine e resistere al rientro della numero 4 del seeding che ha recuperato il break sul 5-3 ma non è riuscita nel decimo game a raggiungere il 5-5. La prima finale della carriera nel circuito maggiore varrà anche un best ranking dentro le prime 70 del mondo. Domani contro di lei Alison Riske che ha battuto Kaja Juvan 6-0 6-4.