Le WTA Finals si spostano in Messico: si giocherà a Guadalajara dall’8 novembre

La WTA ha ufficializzato il cambio di location per le WTA Finals che dopo la cancellazione del 2020 quest anno verranno disputate.

Non più a Shenzhen, ma di fatto era già chiaro da quando è stato deciso per non spostare il circuito femminile in Asia, bensì in Messico, a Guadalajara.

Nel comunicato diramato dall’associazione femminile viene annunciato che si tratta di una soluzione temporanea, annuale, per riprovare poi a tornare in Cina già a partire dal 2022. Quest anno invece, dall’8 novembre, le migliori otto della Race si troveranno nel tradizionale appuntamento cancellato lo scorso anno a causa del Covid-19. È un evento che ha il supporto di una importante agenzia di management come la Octagon, nella seconda città più grande del Messico e importante polo culturale.

Lo scorso marzo, da quelle parti, c’è stato il torneo WTA 250 vinto da Sara Sorribes Tormo in finale contro Eugenie Bouchard, nel primo trofeo in bacheca della spagnola e nel penultimo appuntamento della canadese prima di un grave problema alla spalla che l’ha costretta a un intervento chirurgico e a chiudere anzitempo la stagione.

In questo momento le otto partecipanti sarebbero: Ashleigh Barty, Aryna Sabalenka, Barbora Krejcikova, Karolina Pliskova, Iga Swiatek, Maria Sakkari, Naomi Osaka e Garbine Muguruza. Da Sakkari in poi, però, il margine è veramente minimo e anche Swiatek non ha ancora superato i 3000 punti con la possibilità di vedersi ripresa dal gruppo mentre Osaka, al momento, sembra quasi certa del forfait. Tutto è ancora in ballo e potrebbero aggiungersi anche Emma Raducanu e Leylah Fernandez dopo l’incredibile US Open che hanno entrambe giocato.