WTA Birmingham: Giorgi rimontata da Vekic. Ai quarti anche la rientrante Vandeweghe

Sembrava tutto abbastanza facile per Camila Giorgi, che ha concluso la sua giornata invece con una sconfitta pesante soprattutto per l’andamento del match contro Donna Vekic, che dal 2-6 2-2 ha infilato un parziale di 11-2 e gestendo le fasi finali è approdata ai quarti del WTA 250 di Birmingham.

Una sconfitta amara per l’azzurra, 2-6 6-3 6-4, che ha comandato senza mai veri affanni per quasi un set e mezzo contro una croata apparsa non ancora al meglio dal punto di vista fisico ma che ha trovato energie anche vedevo l’avversaria smarrirsi game dopo game.

A fine febbraio Vekic è stata costretta a un’operazione al ginocchio e sperava ci potesse volere poco meno di due mesi per il rientro in campo, ma da Madrid la barra è stata spostata sempre più in là, fino al Roland Garros, raddoppiando quella che era la tempistica inizialmente stimata. Adesso, malgrado sia numero 3 del seeding, sta cercando soprattutto di trovare un po’ di condizione e fiducia su una superficie che le dice abbastanza bene, ma il problema per lei era che di fronte oggi aveva l’avversaria peggiore.

Cercare fiducia e dover affrontare una come Giorgi che a malapena può dar modo di respirare e propone un tennis iper offensivo è la combinazione peggiore. Così, con un vistoso cerotto al ginocchio e ancora abbastanza impacciata nei movimenti, Vekic è stata succube per tutto il primo set. L’azzurra era libera di colpire e mettere pressione, sempre centrale ma sempre tanto profonda da non dar mai modo all’avversaria di uscire da quella situazione. Camila è partita con un immediato 2-0 di vantaggio, poi ha avuto due chance sul 3-1 per raddoppiare il break, cosa avvenuta infine dopo un lungo game sul 4-2. Vekic non c’era. Nel cambio campo sul 5-2 ha fatto anche entrare la fisioterapista per un fastidio che sentiva nella zona delle anche. Pioveva sul bagnato e alla ripresa è stato tutto molto semplice per Camila che ha chiuso il set alla prima occasione.

Nel secondo parziale il punteggio è stato un po’ più in equilibrio, Giorgi forse sbagliava qualcosa di dritto e prendeva se possibile ancor più rischi col servizio, ma il tutto generato anche dalla grande sicurezza che poteva avere. Poi però l’improvviso cambio di rotta: Vekic continuava a traballare, si salvava sul 2-2 e strappava la battuta all’azzurra grazie al primo pesante blackout di Camila, che commetteva tre doppi falli e andava fuori giri col rovescio. Sul 4-2 la croata non aveva ancora efficacia al servizio e Giorgi si gettava subito all’attacco riprendendo il break di ritardo, ma era ormai vittima di pesanti alti e bassi punto dopo punto, perdendo per una seconda volta la battuta e regalando poi il 6-3 all’avversaria.

Nel terzo parziale il dritto dell’azzurra era molto meno incisivo e potente. Con quello però crollava anche tutto il resto del gioco. Altri tre doppi falli nel game di apertura e un nuovo rovescio fuori giri per il break Vekic, confermato sul 2-0 e raddoppiato poi sul 3-1. Per una fine che sembrava ormai ovvia, c’è comunque stato da sudare per l’ex top-20. Il match point mancato sul 5-1 ha fatto da preludio a un lottatissimo turno di battuta dove non ha sfruttato altre tre chance e poi ha concesso 7 palle break all’avversaria, che è riuscita a risalire fino al 5-4 quando ha cominciato male il fondamentale game in risposta: un brutto rovescio ha dato il 15-0 a Vekic, che dopo un doppio fallo ha trovato un liscio di Camila in risposta per il 30-15 e con il tredicesimo ace della sua giornata è salita 40-15, chiudendo al nuovo (il quinto) set point con un servizio non risposto dall’italiana.

Tra gli altri risultati, ci sono due rimonte di due ex top-10. CoCo Vandeweghe, che è passata dalle qualificazioni e ha ottenuto il primo successo in un tabellone principale WTA dopo quasi 2 anni da San Josè nel 2019, ha colto i primi quarti di finale addirittura dal torneo di ‘s-Hertogenbosch nel 2018. L’incredibile serie di infortuni dell’ultimo periodo l’hanno costretta ora fuori dalla top-200, ma qui dopo aver passato il tabellone cadetto si è imposta all’esordio contro Krystina Pliskova e ora al secondo turno ha battuto Ajla Tomljanovic 4-6 6-4 6-3 per affrontare adesso Marie Bouzkova (6-3 6-0 contro Caroline Garcia). L’altra vittoria in rimonta è giunta da Kristina Mladenovic, che in un match valevole per il primo turno ha battuto 3-6 6-3 6-4 Fiona Ferro.

Risultati

secondo turno

[Q] C. Vandeweghe b. A. Tomljanovic 4-6 6-4 6-3
M. Bouzkova b. C. Garcia 6-3 6-0
[3] D. Vekic b. C. Giorgi 2-6 6-3 6-4

primo turno

K. Mladenovic b. [8] F. Ferro 3-6 6-3 6-4