Roland Garros, clamoroso: la doppista Sizikova arrestata dopo il suo match per una partita truccata

Questo Roland Garros sta purtroppo regalando scenari negativi ogni giorno che passa.

Se fino a ieri ci si limitava, purtroppo, a ritiri di grandi giocatrici nel tabellone femminile per infortuni e problemi personali, adesso arriva la notizia che una doppista è stata arrestata al termine della sua partita di ieri persa in coppia con la connazionale Ekaterina Alexandrova contro il duo australiano composto da Ajla Tomljanovic e Storm Sanders.

L’esclusiva arriva dal portale francese Le Parisien e racconta di una situazione turbolenta ieri al termine della partita con gli ufficiali del torneo che cercavano di bloccare i poliziotti.

Sizikova è finita suo malgrado al centro di un’indagine per truffa organizzata e corruzione avviata lo scorso ottobre durante l’edizione del Roland Garros 2020 per misteriosi flussi di scommesse rilevati nel match di doppio che vedeva Sizikova in coppia con Madison Brengle contro Andreea Mitu e Patricia Maria Tig concluso 7-6 6-4 per le rumene, favorite alla vigilia, con un doppio fallo di Sizikova sul match point.

I poliziotti avrebbero anche perquisito la sua camera d’albergo e sembra che all’origine di tutto ci siano stati diverse migliaia di euro da alcuni scommettitori da diversi paesi sulla vittoria del quinto game del secondo set da parte delle rumene. In quel momento, con Sizikova al servizio, c’erano stati due doppi falli e nessuna prima messa in campo.