Addio alla terra rossa, i tabelloni sull’erba di Halle e Queen’s. Federer nel mese decisivo, Berrettini favorito

Lo sappiamo, manca ancora il clou, posto che non sia già passato con l’incredibile semifinale tra Djokovic e Nadal. Ma il serbo e Tsitsipas sono rimasti gli ultimi a pensare a cosa fare sulla terra rossa perché si sta già concludendo il torneo di Stoccarda, finale Cilic-Auger Aliassime, e sono in corso le qualificazioni di Halle, dove ritorna Federer, e Queen’s, dove la testa di serie numero 1 è il nostro Berrettini e dove ci sono anche gli altri italiani.

Naturalmente, ci scuseranno i patrioti – oppure no, fatti loro, ci interessa poco – iniziamo col torneo più interessante, quello tedesco, che vede come prime quattro teste di serie Medvedev, Tsitsipas, Zverev e Rublev. Federer deve accontentarsi della quinta e non è stato nemmeno troppo fortunato anche se non c’era molto da scegliere. Lo svizzero è capitato nel quarto di Medvedev, ma prima del russo dovrà affrontare un qualificato e poi verosimilmnete Felix Auger Aliassime, non si sa in che stato d’animo. Dovesse superare anche il russo – che però ha un esordio contro Struff, non semplicissimo – in semi Federer dovrebbe trovare Zverev, che aprirà proprio contro l’ultimo avversario di Federer a Parigi, Koepfer.
Nella parte bassa Tsitsipas, anche se non scommetteremmo sulla sua presenza, avrebbe un tabellone abbastanza facile fino alla semifinale, visto che esordirebbe con un qualificato, poi o Simon o un altro qualificato e quindi Monfils o Harris. In semi da tabellone ci sarebbe Rublev ma chissà.

Al Queen’s come detto c’è Berrettini testa di serie numero 1. Il romano esordisce con il derby con Travaglia e poi avrà un match con qualche insidia, perché Paire-Murray è per nostaligici ma difficile siano in condizioni tali da impensierire più del dovuto il ragazzone italiano. Questo con Evan, o forse Mannarino, e semifinale che tutti speriamo possa essere contro Fognini, anche lui con un tabellone molto agevole. Sperare non costa niente.
Nella parte bassa Shapovaloc, sconfitto da Cilic a Stoccarda, dopo il primo turno dovrebbe dare la rivincita a Feliciano Lopez per poi, speriamo, affrontare Sonego. Semifinale contro chi esce dallo spicchio di Sinner, alle sue prime esperienze con l’erba. Dalle sue parti c’è Karatsev, sembra più pericoloso Bublik.
Da Londra insomma dovrebbero arrivare ottime notizie per il tennis italiano. Speriamo che siano accolte con la sobrietà del caso, perché come ricordato dipende anche dal fatto che i più forti saranno altrove.