WTA Charleston: Errani eliminata, altra rimonta di Osorio Serrano. Fruhvirtova, prima vittoria di una 2005

Si è completato il primo turno del WTA 250 di Charleston, torneo subentrato in calendario in sostituzione dell’equivalente torneo cinese di Anning, e purtroppo è uscita l’unica italiana presente in tabellone.

Sara Errani non è riuscita a passare l’esordio contro Christina McHale, venendo sconfitta per 7-6(3) 6-3 in un’ora e tre quarti di gioco. Una partita di rimpianti se non altro nel primo set, dove l’azzurra ha servito sul 5-3 e ha avuto un set point, sul 40-30.

Era avanti 4-1 nel primo parziale, poi 5-3, è stata 40-40 sul 5-5. Di chance, purtroppo, Sara ne ha avute abbastanza ma dopo il buon cammino a Bogotá è arrivata una sconfitta all’esordio in South Carolina, con una classifica che la vedrà ancora abbastanza lontana dall’ingresso in top-100. Chi è invece uscita molto bene (nonostante la grande fatica fisica) dal torneo sudamericano è la neo-campionessa WTA Maria Camila Osorio Serrano. La diciannovenne colombiana è arrivata a Charleston nella giornata di lunedì e ha avuto pochissimo tempo per prepararsi alla sfida contro la numero 51 del mondo e numero 2 del seeding Magda Linette. La polacca era anche l’avversaria di gran lunga più forte affrontata in questo periodo visto il tabellone avuto la scorsa settimana e nei primi tre game aveva comodamente il comando della sfida col piede fisso sull’acceleratore. Dal 2-0 e doppia chance del doppio break, però, Linette non ha dato il colpo del ko e Osorio Serrano è entrata nel match e da lì in avanti ha fatto tutto benissimo creando continui problemi alla polacca.

Era particolare vedere come malgrado un’avversaria fosse superiore sotto i vari aspetti di gioco non riuscisse a mettere in pratica questi fattori perché l’altra si superava nel carisma e nel sacrificio. Osorio Serrano poteva deragliare abbattendosi, e invece era già a incitarsi come fosse 4-4 40-40 al terzo. Ha messo a segno cinque game di fila e sul 6-3 ha chiuso il parziale, con Linette in affanno e che ha dovuto cominciare a farsi sentire dopo ogni punto caricandosi e rispondendo “fuoco col fuoco” al carattere dell’avversaria. Eppure dal 3-0 nel secondo parziale non c’è stata pace: Osorio Serrano rientrava e pur non trovando l’aggancio si manteneva molto pericolosa. Dal 3-1 si è parlato solo di break per otto game consecutivi, ma più perché Linette non riusciva a staccarsi. A inizio del set decisivo è stata la prima a tenere la battuta, e la colombiana ha seguito il trend. Sul 4-3 la polacca ha ben giocato il game con palle molto profonde, ma sul 5-3 è tornata debole e Osorio Serrano ha trovato l’immediato controbreak.

Sul 5-4, con la colombiana al servizio, c’è stato un gravissimo errore di Linette sullo 0-15 con un dritto a campo vuoto messo sotto al nastro e da lì l’avversaria è risalita. Nel game successivo, da 40-0 la numero 2 del seeding non ha chiuso, perdendo il campo in lunghezza e poi il proprio servizio, mandando la colombiana a servire per il match. Ci ha sempre creduto, Osorio Serrano, e quando ha avuto la chance non ha affatto tremato, trovando addirittura un ace al centro sul match point. Tante cose del suo repertorio sono ancora da scoprire, ma alcuni segni soprattutto su rosso sono piuttosto interessanti.

L’ultimo match, infine, potrebbe aver scritto una pagina importante del tennis del futuro visto il successo di una delle ragazzine più attese sui grandi palcoscenici: Linda Fruhvirtova, classe 2005. Una partita folle contro Alize Cornet, vinta per ritiro della francese sul punteggio di 6-2 6-7(7) 4-4 e 40-30 con la ceca al servizio, subito dopo un punto vinto dalla ex numero 11 del mondo che fin dai primi game del match sembrava trascinarsi la gamba sinistra con particolare fastidio all’inguine e con l’andare avanti dei minuti il guaio è peggiorato e sono sopraggiunti dolori anche all’anca e probabilmente crampi. Anche la quindicenne ceca ha avuto bisogno dell’intervento del fisioterapista per un problema alla caviglia, ma dopo aver perso malamente un secondo parziale in cui ha servito per il match sul 5-4 e ha sprecato un match point sul 6-5 nel tie-break (brutta scelta della smorzata) e regalato il set con un doppio fallo di enorme tensione sul 7-7, ha poi combattuto strenuamente nel set decisivo per non lasciare mai scappare la sua avversaria.

Non stavano più giocando bene. C’erano solo break ed era più una sfida tra due ragazze sfinite, e dopo quasi tre ore Cornet non ce l’ha più fatta, malgrado abbia chiuso con un dritto vincente dopo un lungo scambio. Da qui, da Charleston, è partito dunque il cammino WTA di Linda, attesa al secondo turno da un’altra wild-card: Emma Navarro, classe 2001, anche lei vincitrice per ritiro (sul 6-3 3-2) di Tereza Martincova.

Risultati con tutto il primo turno (ieri e oggi)

[1] O. Jabeur b. S. Voegele 6-4 6-1
[Q] A. Parks b. [Q] G. Min 6-1 6-4
F. di Lorenzo b. K. Ahn 7-6(6) 6-2
N. Hibino b. [5] M. Doi 7-5 5-7 6-6 rit.
[3] S. Rogers b. C. McNally 6-0 6-1
[Q] C. Liu b. [Q] S. Sanders 7-5 4-6 6-0
D. Kovinic b. V. Tomova 6-3 6-3
[7] L. Davis b. [WC] C. Vandeweghe 7-6(3) 6-4
[8] M. Brengle b. N. Vikhlyantseva 6-0 3-6 6-2
A. Sharma b. Y. Wang 6-4 6-2
[WC] E. Navarro b. T. Marincova 6-3 3-2 rit.
[WC] L. Fruhvirtova b. [4] A. Cornet 6-2 6-7(7) 4-4 rit.
[6] A. Tomljanovic b. R. Zarazua 6-1 6-1
C. Tauson b. L. Samsonova 6-3 6-3
C. McHale b. S. Errani 7-6(3) 6-3
[SE] M. C. Osorio Serrano b. [2] M. Linette 6-3 4-6 7-5