Jimenez Kasintseva a 13 anni festeggiava con Bertens il titolo u-16, ora l’esordio WTA proprio contro Kiki

Corsi e ricorsi, segni del destino. Qualcosa deve essere successo, perché il WTA 1000 di Madrid vedrà tra giovedì e venerdì un momento speciale.

Victoria Jimenez Kasintseva diventerà la prima tennista di Andorra in un tabellone principale del circuito maggiore e nel 2019, a nemmeno 14 anni, vinceva il titolo under-16 organizzato proprio alla Caja Magica, nello stesso anno in cui si impose Kiki Bertens tra le grandi.

Quella volta fu poi fatta salire sul palco dello stadio principale per essere premiata di fronte a tutto il pubblico che era lì per seguire la finale del torneo WTA, assieme alla giocatrice che vinse quell’edizione del torneo spagnolo, e adesso proprio contro di lei farà il suo esordio in un tabellone principale.

Due anni dopo, Jimenez Kasintseva arriva nella capitale spagnola con buona sorpresa generale perché la ragazzina nata nel 2005 non aveva particolarmente brillato in questi ultimi mesi a livello ITF e la miglior prestazione stagionale, considerato il suo ranking appena dentro la top-1000 era un onesto 6-4 6-4 subito contro Cagla Buyukakcay al primo turno delle qualificazioni dell’Australian Open, occasionalmente disputate a Dubai. Vi prese parte perché a inizio 2020 vinse l’edizione junior dello Slam di Melbourne.

Proprio ieri, lunedì, la ragazzina caricava sul suo profilo Instagram un video ricordo di quella volta, nel 2019. Lei e Bertens sul palco, abbracciate e in posa per i fotografi, ognuna con il rispettivo trofeo tra le mani: “11 maggio 2019”. Lei, mancina, cresciuta sportivamente a Barcellona vista la distanza non eccessiva da Andorra La Vella, partirà dunque nella sua avventura tra le grandi contro colei che l’ha in qualche modo tenuta a battesimo in un grande palcoscenico.